Slash: i Greta Van Fleet danno l’esempio a molti altri ragazzi

Sembra che anche nel mondo del rock ci siano alcune storie di cui non si può smettere di parlare. Il successo travolgente di Bohemian Rhapsody – biopic su Freddie Mercury e sulla band britannica dei Queen. La faida di vicinato tra Jimmy Page e Robbie Williams, in causa l’uno con l’altro da anni. Il ritorno alla ribalta dei Guns N’ Roses e degli AC/DC. Tra queste storie emergono nuove suggestioni e nuove sonorità per il futuro della musica internazionale. Slash, iconico chitarrista e compositore dei Guns N’ Roses, è tornato a parlare dei Greta Van Fleet, fenomeno musicale salito agli onori di cronaca con Anthem of the Peaceful Army nel 2018. Per il leggendario musicista il gruppo del Michigan ha il merito di dare l’esempio a molti altri ragazzi che vogliono dedicarsi al rock “per tutte le buone ragioni”.

Intervista di Slash a Guitar Interactive: cosa pensa dei Greta Van Fleet?

Recentemente Slash, in un’intervista per Guitar Interactive, è tornato a elogiare i Greta Van Fleet. Sebbene la formazione dei fratelli Kiszka sia stata fortemente criticata per la somiglianza con i ben più famosi Led Zeppelin, il successo ha dato ragione ai quattro giovani musicisti. Apparizioni, show live, milioni di streaming, concerti sold out in tutto il mondo. Il dilemma che attanaglia il mondo del rock è: i Greta Van Fleet rappresentano il mondo della musica o sono una mera imitazione di un passato che non può tornare? Anche Slash – attualmente in tour assieme al suo gruppo Slash featuring Myles Kennedy and the Conspirators – si è trovato a dover esprimere la propria opinione in materia.

“Tutti continuano a chiedermi questa cosa – ha detto il chitarrista a Guitar Interactive – […] non posso dire di ascoltarli, ma mi piace che vengano da una specie di posto puro. Devo ammettere che quello che ho sentito ricordi molto gli Zeppelin […] Quando pubblicheranno il prossimo album, vedremo se riusciranno ad allontanarsi da questo e diventare una band originale”. Slash non si sbilancia troppo quindi ma concede ai Greta Van Fleet il beneficio del dubbio. Il secondo disco dimostrerà il sound e l’identità musicale della formazione del Michigan.

Greta Van Fleet, modello per i giovani del Rock and Roll

Sebbene i Greta Van Fleet ricordino le suggestioni e le sonorità dei Led Zeppelin – una band leggendaria e intramontabile che ha già fatto la storia della musica mondiale – hanno molti motivi per essere apprezzati. “Il fatto che stiano avendo successo sta dando l’esempio a molti altri ragazzi” ha affermato Slash, continuando a parlare della formazione dei fratelli Kiszka. Che sia difficile trovare nuovi artisti e nuove band che possano competere con le icone del passato è un fatto assodato. Slash tuttavia ritiene che “una nuova onda” sia in arrivo.

“Non c’è molto che possa dire, perché io faccio le mie cose, e sto guardando dall’esterno cosa succede, cosa fanno gli altri – continua il chitarrista dei Guns N’ Roses – devo ammettere, che molte delle band che ascolto sono gruppi che conosco da molto tempo – il nuovo album degli Alice in Chains, Queens of the Stone Age, Foo Fighters“. I gruppi e le band storiche continuano a fare musica ma per Slash il rock può salvarsi grazie a giovani ragazzi come i Greta Van Fleet. “Sta accadendo qualcosa che ribolle sotto la superficie con questi giovani che si avvicinano al Rock and Roll per tutte le buone ragioni, invece che cercare di diventare celebrità prima di saper fare cinque accordi. Sembra che ci sia una vera spinta e una fame di fare qualcosa che abbia carattere”.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.