gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slash, il chitarrista dei Guns n’Roses, dichiara: “ecco chi è il mio chitarrista preferito”

Slash, il chitarrista dei Guns n’Roses, ha dichiarato: “Jimi Hendrix è il chitarrista più grande di sempre”. La leggenda dei Guns N’ Roses ha stilato un elenco dei dodici migliori chitarristi per l’edizione americana della rivista Esquire. Chi poteva esserci al primo posto? Jimi Hendrix, era quasi scontato, ammettetelo. Descrivendo la stella dai capelli grandi come primo vero fenomeno della chitarra, Slash ha anche evidenziato il fatto che Jimi sia morto oltre 40 anni fa ma rimane ancora grande e incredibilmente moderno.

Il pioniere della chitarra elettrica

“Era il pioniere della chitarra elettrica”, ha esclamato Slash. “Anche i ragazzi prima di lui – come Eric Clapton e Jeff Beck e tutti gli altri lo erano”. Slash ha però detto che Slash è stato il primo a impersonare la figura del chitarrista rock in maniera più “moderna“, disancorandolo dal blues. Lo stile di Jimi Hendrix, e non ci vuole certamente un genio per capirlo (e neanche Slash), è stato così influente che moltissimi lo hanno copiato, basti pensare alla Stratocaster bianca o al celebre giubbotto. Nessuno però riuscì a raggiungere il livello pazzesco di Jimi, né tecnicamente, né come inventiva e neppure come stile visivo. Se ne parla ormai da oltre 40 anni ma alla fine Hendrix rimane una divinità con delle canzoni pazzesche che sopravvivono nel tempo.

Un grande fan di Pete Townshend degli Who

Slash, il celebre chitarrista dei Guns n’Roses, non ha a dire il vero moltissimo in comune con Jimi Hendrix, ma comunque rimane uno dei chitarristi moderni più celebri del mondo. Anche Pete Townshend degli Who ha detto di essere un fan di Slash, ribadendo il fatto che gli piace molto, e l’affetto è ricambiato. Slash, proprio riguardo il chitarrista degli Who, ha detto: “Non è nemmeno un chitarrista solista per davvero o non si considera tale. Ma ha avuto un grande impatto su di me dal primo giorno. Quando vivevo in Inghilterra da bambino, la band preferita di mio padre tra tutte le band britanniche erano gli Who. E molto dipendeva da Pete Townshend e dalla natura aggressiva del suo modo di suonare. Così mi sono sempre identificato con The Who e con quel suono. E quando ho iniziato a suonare la chitarra, ho iniziato a prestare attenzione a come suonava.

Gli altri chitarristi amati da Slash

Nella sua lista ci sono anche Joe Perry e Brad Whitford degli Aerosmith, Jimmy Page dei Led Zeppelin e Mick Taylor dei Rolling Stones, senza ovviamente dimenticare Keith Richards, sempre degli Stones. Non potevano mancare anche altre divinità della chitarra come Joe WalshRory GallagherAlbert King e il grandissimo bluesman BB King. Ma chi è stato il vero maestro, il padre putativo di Slash?

La madre di Slash

In realtà, Slash non ebbe un vero e proprio padre putativo, anche se a lui piace pensare che la sua più grande ispirazione fu David Bowie e furono i Beatles. Va detto che il chitarrista dei Guns n’Roses, grazie alla madre stilista, ebbe la grandissima fortuna di seguire il Duca Bianco e i Fab Four e venne così “instradato” positivamente per diventare un chitarrista pazzesco.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.