gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slipknot: Jay Weinberg rivela com’è stato rimpiazzare Joey Jordison

Jay Weinberg ricopre il ruolo di batterista nell’iconica Metal band degli Slipknot, ormai dal 2014. Fu in quel periodo che, il giovane, venne ingaggiato per rimpiazzare il membro fondatore della band, Joey Jordison. Sebbene una larga fetta dei milioni di fan che gli Slipknot hanno raccolto in tutto il mondo non abbiano, inizialmente, accolto bene la notizia dell’arrivo di Jay Weinberg nel ruolo di Joey Jordison; il primo ha dimostrato attraverso performance incendiarie e tecnicismi estremi di meritare la sua posizione negli Slipknot.

Nel corso di una recente apparizione a The Metal Circus, l’attuale batterista degli Slipknot, Jay Weinberg, ha rivelato come fosse stato entrare nella band al posto di Joey Jordison nel 2014. In particolare, al giovane batterista è stato chiesto se avesse accusato la pressione dettata dalla sua entrata in una delle band più quotate nel panorama musicale moderno.

In quell’occasione Jay Weinberg ha risposto dicendo: “Posso affermare di non essermi sentito come se stessi camminando sui carboni ardenti. Capii sin da subito il mio ruolo e che fossi in un contesto delicato. Quando entrai negli Slipknot, i loro asserti stavano cambiando drammaticamente. Cominciare a lavorare a nuove canzoni senza due dei membri fondatori, sembrò una condizione insostenibile all’inizio. Parliamo di una band presente sulle scene da oltre 20 anni”.

Cos’ha significato per Jay Weinberg entrare negli Slipknot al posto di Joey Jordison?

Andando avanti con il colloquio, Jay Weinberg ha rivelato di sentirsi profondamente grato nei confronti dei suoi colleghi; in particolare, il formidabile batterista ha spiegato che, per lui, entrare negli Slipknot abbia rappresentato una straordinaria fonte di rinnovamento. Weinberg ha detto che, per lui, suonare con una band iconica come gli Slipknot, gli abbia permesso di trarre fonti d’ispirazione sempre nuove. Sfrutto il mio ruolo nella band per dare sempre il massimo – ha detto – ho imparato tanto in questi anni e, ad oggi, continuo a fare tutto il possibile per imparare sempre nuove lezioni da loro e dalla loro musica. Entrare in quest’ambiente in un momento così delicato si è rivelato fondamentale per il mio percorso; per cui, la mia prerogativa è impegnarmi, giorno dopo giorno, affinché i miei colleghi non si ricredano sulla scelta che hanno fatto ad ammettermi nel gruppo”.

Andando avanti con il colloquio, a Jay Weinberg è stato chiesto se avesse accusato la pressione del pubblico dopo la decisione assunta dagli Slipknot di rimpiazzare Joey Jordison. L’attuale batterista dei Nove del Nodo ha risposto così: “Personalmente, mi impegno al massimo per soddisfare le esigenze degli altri componenti della band e per portare idee nuove nel complesso compositivo posto alla base delle nostre canzoni. Purtroppo non ho potere sulle reazioni che il pubblico può avere nei miei confronti. La consapevolezza della mia impotenza in questo senso, però, mi ha permesso di assumere al meglio le responsabilità derivate dai miei compiti nella band. Per questo ho scelto di adottare il mio stile, senza provare ad emulare nessuno. Questo ha permesso a me e al resto degli Slipknot di instaurare un rapporto sempre più coeso”.

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)