gtag('config', 'UA-102787715-1');

Smashing Pumpkins, ‘1979’: il significato del brano e l’origine di quella data misteriosa

Pubblicato 25 anni fa -il 23 ottobre del 1995– ‘Mellon Collie and The Infinite Sadness‘ è senza ombra di dubbio uno dei più grandi lavori discografici degli Smashing Pumpkins. Questo grandissimo album doppio, diviso in 2 parti e contenente 14 pezzi ciascuna, è considerato ancora oggi come uno dei lavori discografici più significativi degli anni novanta. Non è affatto un caso, infatti, che il disco abbia venduto oltre 10 milioni di copie solo negli Stati Uniti, diventando praticamente il più grande successo discografico della band. Tra prog rock, rock psichedelico, grunge, noise pop e indie rock, ‘Mellon Collie and The Infinite Sadness’ degli Smashing Pumpkins contiene alcuni iconici pezzi come ‘Bullet With Butterfly Wings’, ‘Tonight Tonight’, ‘Thirty Three’ e, naturalmente, ‘1979‘. In questo articolo vogliamo soffermarci in particolar modo su di quest’ultimo pezzo, analizzandone la storia, il significato e la scelta del titolo.

L’album del 1995 ‘Mellon Collie and the Infinite Sadness’

Con riferimenti ed omaggi a Black Sabbath e ai primissimi Pink Floyd, ‘Mellon Collie and The Infinite Sadness’ verrà accolto dalla critica come un compendio di 40 anni di rock, partendo proprio dal singolo “1979“. Questo brano -leggermente diverso da tutti gli altri proposti in precedenza dalla band di Chicago- divenne infatti in pochissimo tempo un cult di quegli anni.

Per quale motivo, però, gli Smashing Pumpkins scelsero proprio questa data? Che cos’è successo nel 1979? Sicuramente l’annata non è un riferimento alla data d’uscita del disco, datato 1995 appunto. Pure perché, a dirla tutta, nel 1979 i Pumpkins ancora dovevano formarsi. E allora a cosa fa riferimento quella data?

Smashing Pumpkins, ‘1979’: il significato del brano e l’origine di quella data misteriosa

La verità è una ed una sola: il pezzo in questione fu composto dal frontman del gruppo Billy Corgan quando aveva appena 12 anni, quindi proprio nel 1979. Stano alle sue parole, poi, il pezzo rappresentava un vero e proprio passaggio della sua transizione all’età adulta.

“1979 è un qualcosa che combina sonorità rock, tecnologia e pop. Tutte cose che fortunatamente stavano bene insieme. Con Bullet of Butterfly Wings e 1979 avete gli estremi di Mellon Collie and the Infinite Sadness: avete ascoltato letteralmente la fine delle cose rock e l’inizio delle cose nuove.”

Il brano -composto dal frontman degli Smashing Pumpkins quando era solo un ragazzino- segna quindi il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Un passaggio fondamentale per ogni adolescente, un passaggio che segna -inevitabilmente- la vita di ognuno di noi. Il singolo ‘1979’ raggiunse anche un certo successo, aggiudicandosi tra l’altro il 12esimo posto della classifica Billboard Hot 100 negli Stati Uniti.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)