Spencer Elden: la storia del neonato nella copertina di Nevermind

Spencer Elden: la storia del neonato nella copertina di Nevermind

Chi è Spencer Elden, il neonato sulla copertina di Nevermind?

Spencer Elden, il neonato sulla copertina di Nevermind, aveva soltanto mesi quando venne fotografato all’interno di una piscina. L’immagine, che divenne poi uno dei simboli della cultura dei Nirvana e del rock in generale, venne realizzata prima attraverso lo scatto di Kirk Weddle, poi modificata a computer per l’aggiunta di qualche particolare.

Il bambino non aveva certamente le facoltà per poter decidere se essere fotografato, e così a decidere per lui furono i suoi genitori, Renata e Rick Elden, a cui fu dato un compenso di 150 dollari per la disponibilità. Spencer, a sua insaputa, è diventato uno dei simboli più celebri della musica dello scorso secolo. Ancora oggi, ritornando su quell’evento, lo è. E nonostante viva certamente ancora di quella fama riflessa, non si ferma certamente a quella copertina.

La copertina di Nevermind, una delle più iconiche del rock

La copertina di Nevermind, album del 1991, è certamente una delle più iconiche del rock. Il neonato immortalato in uno scatto di Kirk Weddle insegue un dollaro appeso a un amo da pesca (dettaglio che fu aggiunto successivamente). Oltre al compenso dato alla famiglia, allo stesso Spencer Elden fu regalato il disco di platino dell’album, in segno di riconoscimento.

L’idea della copertina venne in mente a Kurt Cobain dopo aver visto un documentario sul parto in acqua. Chiaramente, il neonato immortalato nella piscina era nudo, fatto che poteva certamente generare delle polemiche. Per questo i grafici erano già fronti a mascherare le parti intime del bambino con un aerografo, ma Kurt si oppose fermamente: sarebbe stato disposto a mascherarle ma solo con un adesivo provocatorio. Aggiunse, in tal senso, poi: «chi poteva sentirsi offeso dall’immagine del pene di un neonato, probabilmente doveva essere un pedofilo represso.»

Tuttavia, le polemiche non nacquero nonostante le prevenzioni da parte della band. La copertina fu accettata e nessuno si lamentò di quel che vedeva. Spencer divenne, crescendo, un simbolo sempre più conscio della sua fama.

Spencer Elden oggi

Scencer Elden apparve nelle televisioni, per la prima volta, nel 2005. Aveva 15 anni e in un documentario sul secondo album in studio (nonchè il più famoso) dei Nirvana, affermò di essere molto contento di aver fatto parte di un successo così grande, pur essendo chiaramente immemore di quello scatto. Da quel momento in poi è nata anche la sua ammirazione per i Nirvana, che sono diventati tra le sue band preferite.

Quello stesso scatto è stato fatto, da Elden, altre due volte. La prima nel 2007: il diciassettenne Elden aveva i capelli corti e il fisico gracile; decise di fare spontaneamente la foto, ma con un paio di bermuda. Sono gli unici cambiamenti, dal momento che la piscina era la stessa del 1991. E Spencer Elden oggi? Oggi Spencer ha ha 28 anni, vive a Los Angeles ed è un artista.

Nel 2016, in occasione dei 25 anni dall’uscita di Nevermind, ha affermato al New York Post«È bello ma strano essere parte di qualcosa di tanto importante che però non ricordo nemmeno». Nello stesso anno si è offerto per fare ancora una volta una foto che lo ritraesse nella stessa posizione che aveva nella copertina dei Nirvana. Il fotografo, John Chapple, gli ha anche offerto un compenso di 200 dollari. In quella foto tanti sono i diversi particolari: a partire dai capelli, più lunghi, fino ai tatuaggi. E, a proposito di tatuaggi, spicca proprio uno sul petto. C’è scritto Nevermind.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.