Stairway to Heaven: si riapre il processo per plagio

Stairway to Heaven è un plagio?

Una delle accuse mosse a Stairway to Heaven è sicuramente quella di plagio. Non è la più celebre, dal momento che molti sostenitori di leggende e cospirazioni si sono sempre concentrati sulla connotazione occultistica e satanica del brano, ma la più significativa. La teoria del plagio è anche quella che ha più fondamento e, nel corso del tempo, ha visto diversi processi susseguirsi per appurare se il capolavoro dei Led Zeppelin sia o meno una copia di qualcos’altro.

Le prime accuse di plagio sono state mosse dagli eredi di Randy California, chitarrista degli Spirit. In particolar modo, la canzone che sarebbe stata plagiata è Taurus: ovviamente non si parla dell’intero brano ma del solo arpeggio iniziale, uguale a uno contenuto nel brano degli Spirit. Nel 2016, dopo un processo, si pensava che fosse tutto finito per la band britannica, ma alcuni vizi di forma hanno portato alla riapertura del caso.

La canzone dei Led Zeppelin finisce di nuovo in tribunale

Alla fine, dopo il processo del 2016 che aveva assolto i Led Zeppelin ed escluso la possibilità di plagio, Stairway to Heaven finirà di nuovo in tribunale. Il capolavoro dei Led Zeppelin non è stata giudicata in maniera regolare, dunque ci sarà bisogno di un nuovo processo. I giudici hanno spiegato che – durante il processo del 2016 – non c’è stata la possibilità di ascoltare un pezzo della canzone originale di Randy California, ma soltanto un piccolo estratto live.

Inoltre, la giuria è stata influenzata da alcune dichiarazioni del giudice distrettuale. Egli avrebbe sostenuto, erroneamente, che scale cromatiche, arpeggi e sequenze di tre note non sono coperte da copyright. La causa sarà ancora sostenuta da Michael Skidmore, che cura il patrimonio di Randy California. La corte federale di Los Angeles aveva escluso il plagio, quale sarà il verdetto per Stairway to Heaven?

Tutte le accuse di plagio mosse ai Led Zeppelin

Le accuse di plagio non sono certamente nuove nella carriera dei Led Zeppelin. Fin dagli esordi la band si è trovata di fronte ad accuse di questo genere, mosse da critici, fan e non solo.

La rivista Rolling Stone accusò, infatti, la band di plagio per il brano Black Mountain Side (ripreso da un brano di Bert Jansch); anche la canzone Your Time Is Gonne Come fu accusata (Dear Mr. Fantasy dei Traffic il brano che avrebbe plagiato). E poi Dazed and Confused, che riprende – a partire dal titolo – I’m Confused di Jake Holmes. E che dire di Whole Lotta Love, che somiglia molto a You Need Love di Muddy Waters? Insomma, le accuse sono tantissime. Molte di queste sono un semplice frutto dell’immaginazione, ma chissà dove si fermano realtà e fantasia…

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.