gtag('config', 'UA-102787715-1');

Stevie Ray Vaughan e i mostri sacri del blues

Stevie Ray Vaughan è stato uno dei chitarristi più scenici e abili degli anni ’80. La sua ammirazione e influenza per Hendrix lo ha coinvolto così tanto che Vaughan è considerato uno dei migliori chitarristi del mondo.

L’influenza del fratello sul giovane SRV

Il dio della chitarra Stevie Ray Vaughan è morto ormai da 29 anni ma ancora oggi è ampiamente considerato uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi e ciò che è riuscito a esprimere con la sua Fender Stratocaster è incredibile. Se si visita il leggendario bastione blues di Antone ad Austin, si può vedere il volto bronzato di Vaughan che si affaccia sul fiume Colorado che attraversa la capitale del Texas.
Stevie e suo fratello Jimmie Vaughan sono nati a Dallas rispettivamente nel 1954 e nel 1951. Jimmie, che è un grande chitarrista anche lui, ha avuto un’enorme influenza sul giovane Stevie. Quando SRV aveva solo 17 anni, lasciò la scuola superiore e si trasferì ad Austin. Suonava gia in diversi gruppi locali fino a quando formò i Double Trouble alla fine degli anni ’70. Vaughan ha attirato l’attenzione di un pubblico più vasto dopo la sua leggendaria esibizione al Montreux Jazz Festival del 1982. L’album di debutto di SRV del 1983, Texas Flood, consolidò la sua leggenda.

L’incontro con i giganti del Blues e la morte

Stevie Ray Vaughan ha inoltre suonato molte volte insieme a suoi idoli e amici. Famose sono le sue Jam insieme a mostri sacri del blues come BB King, Albert King, Eric Clapton e molti altri mentre suonano sulle note di alcune delle più celebri canzoni che hanno fatto la storia del blues come Pride And Joy, Born Under A Bad Sign, The Sky Is Crying e Texas Flood. Sfortunatamente, Vaughan morì in un tragico incidente in elicottero dopo il suo ultimo spettacolo ad Alpine Valley a East Troy, Wisconsin.
Come dichiarò in seguito Eric Clapton, Vaughan, stanco per il concerto, chiese di prendere il posto di Eric e andare via per primo. Poco dopo il decollo però l’elicottero si schiantò contro una collina a causa delle pessime condizoni atmosferiche. Nessuno si accorse dell’incidente fino alla mattino dopo, quando l’elicottero non giunge a destinazione. Stevie Ray Vaughan viene sepolto il 31 agosto 1990 al Laurel Land Memorial Park di Dallas.
Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)