gtag('config', 'UA-102787715-1');

Sum 41, Cone McCaslin: “Incontrare i Metallica è stato incredibile”

Nel corso di una recente intervista rilasciata per il podcast There Goes My Hero, il bassista dei Sum 41, Cone McCaslin, ha parlato dei suoi punti di riferimento musicali, soffermandosi sui Metallica e sul primo, incredibile, incontro con la band di James Hetfield. Riguardo i Metallica, McCaslin ha detto: “Ho conosciuto i Metallica alla fine degli anni ’80. Ascoltai …And Justice For All e fu la prima volta che ascoltai musica Metal in vita mia. Avrei dovuto avere circa undici anni. Nel 2004, invece, ho avuto modo di conoscerli di persona, essendomi esibito agli MTV Icon con i Sum 41. Tra il 2004 e il 2005 abbiamo tenuto diversi festival in cui erano presenti anche i Metallica, ma Icon fu la mia primissima esperienza con loro”.

Successivamente, il bassista ha ricordato nel dettaglio quanto accaduto coi Metallica, dicendo: “Ci siamo divertiti molto a suonare ad Icon, ma quanto accadde in hotel ebbe dell’incredibile. Partecipammo ad un After Party e ci trovavamo a Los Angeles, quindi le dissolutezze si amplificarono. All’epoca James Hetfield era uscito da poco dalla riabilitazione, quindi declinò l’invito e andò in camera. Lars Ulrich decise di festeggiare con noi e le cose presero una piega completamente diversa.  Avevamo ventiquattro anni, volevamo solo fare festa quindi quando venimmo a sapere che Lars avrebbe tenuto un after-after-party in camera sua decidemmo di partecipare”.

Quella volta che i Sum 41 festeggiarono con Lars Ulrich dei Metallica

Successivamente, Cone McCaslin ha parlato di quanto accaduto quando lui e il resto dei Sum 41 raggiunsero il batterista dei Metallica nella sua camera d’albergo, dicendo: “Eravamo poche persone, per lo più amici di Ulrich. Non ho intenzione di raccontare la versione integrale della storia per non sollevare un polverone su Lars. Come potrai immaginare, le cose uscirono dai binari quasi subito. C’erano molti alcolici e droghe coinvolte. Devo ammettere che fu una nottata divertente. Lasciammo la stanza alle sette del mattino, ma non prima che Lars ci avesse colpito ripetutamente chiedendoci come stessimo”.

Infine McCoslin ha ricordato le emozioni provate dai Sum41 quando aprirono per i Metallica durante MTV Icon; di seguito riportiamo le sue parole: Ero molto impaurito. Il mio nervosismo era dovuto dal fatto che i fan fossero li per i Metallica, la più grande band Metal al mondo. Pensai che avremmo rovinato tutto. Aprimmo lo show, non so precisamente come riuscimmo a superare la tensione. Quando vedemmo i Metallica camminare incontro al pubblico mentre suonavamo, provammo un’emozione incredibile. Credetti che Dave ci avrebbe salvato eseguendo Master Of Puppets. Era un grande appassionato quindi anche se avessimo rovinato tutto, lui avrebbe svoltato lo show, travolgendo tutti con l’assolo del brano. In effetti andò così, ma credo sia stato un ottimo concerto”.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)