gtag('config', 'UA-102787715-1');

Tanti auguri Bruce Springsteen! – 5 cose che non conoscevate sul Boss

Bruce Springsteen, o molto più semplicemente “The Boss”, è una delle colonne portanti del rock. Oggi il caro vecchio Bruce Frederick Joseph Springsteen compie 70 anni e, per celebrare il suo compleanno, abbiamo pensato a 5 curiosità da raccontarvi.

L’origine del soprannome

L’origine del soprannome di Bruce Springsteen è ancora oggi incerta. Alcuni sostengono derivi dal fatto che, nei primi anni di carriera, era lui a ricevere la paga e a distribuirla tra i membri del gruppo. Secondo altri, invece, è stata la sua abilità nel monopoli a fargli ottenere l’appellativo di “Boss”. Il soprannome, ad ogni modo, è diventato di dominio pubblico a partire dal 1974. Probabilmente non tutti sanno che il cantante ce l’aveva già un soprannome: Bruce era conosciuto da tutti come “The Doctor”, il dottore.

La famiglia Springsteen

Il cantante e chitarrista Bruce Springsteen è cresciuto a Freehold, nel New Jersey. Il padre Douglas Frederick era di origini irlandesi e olandesi, mentre la madre Adele Ann Zinilli era di origini italiane: precisamente di Vico Equense (Napoli). Bruce Springsteen ha due sorelle: Virginia, nata nel 1950 e Pamela, nata nel 1962. Pamela, meglio nota come Pam, è un’attrice, modella e fotografa molto apprezzata in America. La donna, inoltre, ha contribuito alla realizzazione delle copertine di alcuni album del fratello, come ad esempio “Lucky Town”.

Il primo approccio con la musica

Il primo vero contatto con la musica si verificò il 6 settembre del 1956, quando il piccolo Bruce aveva solo 7 anni. Quel giorno, vedendo un’esibizione di Elvis Presley in televisione, si innamorò perdutamente della musica. Qualche mese dopo, il giorno di natale, il piccolo Bruce ottenne in regalo un piccola chitarra di plastica. Quella chitarra di plastica diventò, col tempo, un vero e proprio strumento, che ha permesso a Bruce Springsteen di scrivere pagine importanti nella storia della musica.

L’impegno sociale e politico

Ad inizio carriera il chitarrista statunitense non rese mai pubbliche le sue preferenze politiche. Nonostante ciò, Bruce Spingsteen si schierò apertamente a favore di Barack Obama durante gli anni della sua presidenza. Il 6 Dicembre 2009 alla Casa Bianca durante una cerimonia di premiazione, il presidente Obama, rivolgendosi a Springsteen, disse:

“I’m the president, but he’s The Boss!”

Bruce Springsteen oggetto di studio

Per la potenza evocativa dei suoi brani, carichi di dinamiche sociali e politiche, il cantante americano è stato più volte accostato a Bob Dylan. Bruce Springsteen, inoltre, nel 2002 è stato oggetto di studio per il suo impatto nella letteratura americana: il corpus delle sue canzoni è infatti considerato come una specie di “grande romanzo americano”.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)