gtag('config', 'UA-102787715-1');

The Rolling Stones: Chi ha ucciso Brian Jones?

Brian Jones, chitarrista e polistrumentista britannico, è stato il fondatore della celebre Rock Band dei Rolling Stones. Ritrovato morto, in circostanze rimaste, a tutt’oggi, avvolte in un fitto alone di mistero, nel 1969. Il rapporto tra il musicista e la band si invise già nel 1967; pochissimi anni dopo averla fondata, a causa del suo abuso di alcolici e sostanze stupefacenti. Brian Jones annegò nella piscina di casa sua e, a poco più di 50 anni dal tragico accaduto; i particolari sulla vicenda rimangono pressoché sconosciuti.

Brian Jones aveva solo 27 anni quando morì, proprio come il musicista che, più di tutti, lo spinse ad approcciarsi allo strumento, il leggendario Bluesman Robert Johnson. Brian Jones dei Rolling Stones e il già citato chitarrista Blues, sono stati i primi membri riconosciuti del famigerato Club 27. Collocazione che viene attribuita agli storici artisti che, pur avendo stravolto, al loro tempo, i paradigmi concettuali su cui si basava la musica, hanno trovato un triste epilogo ed una carriera particolarmente breve.

Come non nominare, in questa sede, Jim Morrison dei Doors, il grande Jimi Hendrix, la stella del soul Janis Joplin, Kurt Cobain ed Amy Winehouse. Loro, come Brian Jones, rimarranno sicuramente impressi nell’immaginario collettivo, in quanto leggende della musica moderna. Robert Johnson e Brian Jones condividono un’ulteriore fattispecie inquietante, che contribuisce ad annoverare i loro nomi nell’oscura mitologia del Rock. Entrambi i musicisti, infatti, sono deceduti in circostanze misteriose. Johnson potrebbe essere stato avvelenato e Jones annegato di proposito; ciò nonostante, non vi è ancora alcuna certezza in queste affermazioni.

Chi era Brian Jones prima dei Rolling Stones?

Brian Jones nacque il 28 febbraio del 1942, a Cheltenham, a giusto 100 miglia da Londra. Ancora giovanissimo, si trasferì nella metropoli in cui, durante la sua adolescenza, cresceva fervente il movimento Blues che si affermò, in precedenza, negli Stati Uniti. Jones aveva solo 17 anni quando lasciò gli studi, dopo aver ingravidato la sua fidanzata. Jones proveniva da una famiglia di musicisti ed era solito utilizzare lo pseudonimo di Elmo Lewis quando si esibiva.

Il primo gruppo che formò furono i Roosters, insieme a Paul Jones. La band si sarebbe sciolta poco dopo. Successivamente, Brian Jones fondò i Rolling Stones, la band che avrebbe tenuto testa all’imperversante fenomeno dei Beatles e che avrebbe scritto alcune delle pagine più significative nella storia del Rock. Nel 1962, gli Stones si esibirono per la prima volta dal vivo, al Marquee Club.

Brian Jones è stato davvero ucciso?

Nonostante Mick Jagger e Keith Richards avessero scritto e composto quelli che, ad oggi, vengono considerati come classici intramontabili della musica moderna, a Brian Jones va attribuito il merito di averli uniti. Sebbene le cause ufficiali della morte di Brian Jones, avvenuta il 3 luglio del 1969, fossero state identificate come un annegamento accidentale, in molti, ancora oggi, credono che dietro il suo decesso si celi le dinamiche efferate di un deplorevole atto omicida.

Le teorie cospirazioniste susseguitesi nel corso di questi anni, sono state delle più disparate. Alcuni sostengono che la principessa Margaret abbia ucciso il chitarrista dei Rolling Stones, altri credono si trattasse di una sorta di sacrificio satanico. Si dice che molte prove siano state insabbiate e che, per questo, l’omicidio di Jones sia stato fatto passare per un incidente di proposito. Sono, spesso, sorte innumerevoli contraddizioni riguardo la vicenda che, indubbiamente, hanno contribuito ad infittire il tetro alone di mistero che continua ad avvolgere la tragica quanto precoce morte di Brian Jones.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)