gtag('config', 'UA-102787715-1');

The Who: Ecco perché Pete Townshend odiava i Led Zeppelin

Il rapporto tra Pete Townshend e Jimmy Page risale a molto prima che i Led Zeppelin diventassero anche solo un’idea nella mente del chitarrista. I due, infatti, ebbero modo di incontrarsi nel corso della primissima sessione di registrazione tenuta dagli Who, nel novembre del 1964. Quel giorno, Pete Townshend, Roger Daltrey, John Entwhistle e Keith Moon, si recarono in studio per incidere I Can’t Explain.

L’all’epoca produttore Shel Talamy che; in precedenza, aveva collaborato con band del calibro dei Kinks, invitò Jimmy Page a lavorare con gli Who sulla traccia. Al tempo, l’icona della chitarra godeva di uno status affermato di session man di spicco sulle scene inglesi. Alla fine, Jimmy avrebbe ricordato in un’intervista rilasciata per Rolling Stone, che il riff da lui inciso, fosse stato messo in secondo piano in fase di missaggio, rendendo il suo contributo quasi irrilevante.

Ad ogni modo, durante lo stesso colloquio, Page ha riflettuto sulla magia respirata in studio in quegli anni, soprattutto nella sala mixaggio. Comunque, Pete Townshend consacrò il proprio nome all’eternità in qualità di Leader degli Who, al di la dell’elevata caratura della sua figura, però, il chitarrista non ha mai speso parole d’encomio per i Led Zeppelin. In quest’articolo scopriremo il motivo del suo astio nei confronti della band di Whole Lotta Love.

Perché Pete Townshend odia i Led Zeppelin?

Quando si è il membro principale di una band, nonché il chitarrista, sembra quasi essere naturale sentirsi sospettosi e restii nei confronti di un collega ingaggiato per prendere parte alle sessioni di registrazione di un’opera propria. Il disappunto provato da Townshend in quell’occasione nei confronti di Page, quindi, sarebbe del tutto giustificabile. Comunque sia, non esistono testimonianze di dissapori tra i due chitarristi negli anni ’60. Pete Townshend esplicò il suo parere negativo nei confronti dei Led Zeppelin in qualità di band e della loro opera in un’intervista rilasciata negli anni ’90 e disponibile su Youtube.

Ad ogni modo, la leggendaria chitarra degli Who, l’ha definita una mera questione di gusti, dicendo: “Non mi è mai piaciuto nulla di quello che hanno pubblicato. Odio il fatto che spesso venga paragonato a loro. Comunque, il fatto che non mi piacciano è quasi un problema per me, infatti, li stimo molto come persone, solo che non mi è mai piaciuta la loro musica. Successivamente, Pete Townshend parlò della popolarità, a suo dire spropositata, conquistata subitaneamente dai Led Zeppelin: “Non so, forse ho un problema – disse – Ho come un blocco nei loro confronti, visto che divennero molto più famosi degli Who sin dal principio. Non mi sono mai spiegato come ci siano riusciti, ma di fatto, erano più grandi di noi sotto moltissimi aspetti.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)