gtag('config', 'UA-102787715-1');

The Who: perché la band britannica si chiama così?

Gli Who, storico gruppo rock londinese, sono considerati ancora oggi una delle formazioni più rappresentative del rock and roll. La band britannica, inizialmente formata da Pete Townshend, Roger Daltrey, John Entwistle e Keith Moon, è riuscita a vendere oltre 100 milioni di dischi nel mondo e, questo, è sicuramente anche merito dell’album d’esordio del 1965 “My Generation”. Il primo disco della band britannica risultò infatti un vero e proprio successo e, l’omonimo brano, divenne col tempo l’inno di un’intera generazione, nonché uno dei pezzi più conosciuti e rappresentativi del gruppo. Tuttavia, oggi, non vogliamo soffermarci su questo aspetto, bensì cercare di capire insieme l’origine del nome “The Who”.

I primi passi della band londinese

Prima di andare ad analizzare l’origine del nome ‘The Who’, però, è doveroso fare un passo indietro e cominciare dall’inizio. Nel lontano 1962 Pete Townshend e John Entwistle, amici di vecchia data, decisero di mettere su una band: i The Confederates. Lo strumento di Pete all’epoca era il banjo, mentre John aveva imparato già da qualche anno a suonare il Corno Francese. Dopo qualche tempo Entwistle incontrò per strada Roger Daltrey che, a sua volta, aveva da poco fondato un gruppo: i The Detours. Daltrey, senza pensarci troppo, chiese a John di unirsi alla sua band e, a sua volta, propose di inserire nel progetto anche il suo amico Pete Townshend. Poco tempo dopo alla formazione si unì anche Keith Moon e, a questo punto, iniziarono a prendere forma i Who come li conosciamo oggi.

Il gruppo, però, all’epoca (1962-63) continuava a farsi chiamare col nome “The Detours” e per lo più si interessava a pezzi rhythm and blues. Per un breve lasso di tempo, poi, la band decise di cambiare il nome in “The High Numbers”, prima di arrivare al definitivo “The Who” nel 1964. Uno dei primi singoli del gruppo fu ‘I Can’t Explain’, seguito subito dopo da ‘Anyway, Anyhow, Anywhere’, fino a giungere all’iconica ‘My Generation’.

The Who: le origini del nome

Veniamo ora al reale motivo che ci ha portato fin qui: le origini del nome ‘The Who’. Dopo aver iniziato ad ingranare e a produrre insieme qualche brano, la band decise che era arrivato il momento di rinnovare anche il nome. Pete Townshend e il suo compagno di stanza, Richard Barnes, trascorsero una notte intera a considerare dei nomi efficaci per il gruppo: “The Hair”, “No One”, “The Group”, fino ad arrivare al preferito di Barnes, ‘The Who’. Il nome, alla fine, piacque un po’ a tutti. Ciò che convinse di più la band fu soprattutto il lato ironico del nome. Si, insomma, la gente se ne sarebbe andata in giro domandandosi: ‘The Who?’“Chi?”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)