gtag('config', 'UA-102787715-1');

Tom Jones: “Quella volta che Elvis Presley cantò nel mio bagno”

Tom Jones, il cantante gallese di “It’s Not Unusual”, Delilah” e “Sexbomb”, quest’anno a giugno compierà ottant’anni e dal suo esordio ad inizio anni ’60 ha vissuto sicuramente moltissime esperienze. Una di quelle di cui va più fiero è essere stato amico intimo di Elvis Presley, tanto da dedicargli tre anni fa la canzone “Elvis Presley Blues”.

Tom Jones e l’amicizia con Elvis Presley

Tom Jones incontrò per la prima volta Elvis, uno dei suoi miti a Hollywood nel 1965 mentre Presley stava girando uno dei suoi film. Il re del rock’n’roll lo vide avvicinarsi da lontano e lo accolse cantando “With These Hands”, la canzone con cui il gallese si era esibito la sera prima all’Ed Sullivan Show. Tra i due si creò immediatamente il giusto feeling: Tom Jones andò a trovare Elvis il giorno della nascita della figlia e più volte trascorsero insieme le vacanze. Negli anni ’70 il caso volle che entrambi suonassero spesso a Las Vegas: il gallese al Cesar Palace e lo statunitense all’International Hotel. Così, quando possibile, andavano l’uno al concerto dell’altro.

Tom Jones:”Elvis mi propose una canzone…”

Fu proprio in uno di questi casi che Elvis raggiunse Tom in camerino prima dello show. Infatti gli che avevano proposto una canzone che però era perfetta per Jones e doveva fargliela assolutamente sentire. Tom Jones, che di lì a pochi minuti sarebbe dovuto andare sul palco, rimandò l’ascolto al post spettacolo.

L’ascolto della canzone

Così, dopo lo show, i due andarono nella suite di Tom Jones, dove spesso passavano le nottate cantando canzoni gospel. Prima però il gallese voleva fare la doccia. “Mentre facevo la doccia” racconterà “Sentivo Elvis cantarmi la canzone di cui mi aveva parlato. Dopo qualche minuto aprii la tenda della doccia e mi trovai davanti Elvis con ancora i pantaloni abbassati! Rimasi di stucco! Tra l’altro indossava pantaloni super attillati in pelle che all’epoca andavano molto di moda e faticò molto per tirarseli su, tanto che dovette chiedere l’aiuto di Red West, una delle sue guardie del corpo”.

Tom Jones: le nuove pubblicazioni

Nell’intervista però Tom Jones non rivela il titolo della canzone quindi non sappiamo se “la canzone del bagno” sia poi stata effettivamente registrata o meno. Quello che è certo è che da qualche giorno è stata rilasciata una raccolta ben ventinove canzoni registrate dal “Leone del Galles” nel corso della sua lunga carriera, tra le quali spicca, grazie ad una grande interpretazione, la cover di ”Breathless” di Jerry Lee Lewis.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com