gtag('config', 'UA-102787715-1');

Touch Me: Perchè Jim Morrison rifiutò di cantare la versione originale del brano

Touch Me è un famoso brano del gruppo The Doors, pubblicato come singolo nel 1968, ed incluso nel quarto album The Soft Parade. Nelle prime fasi di creazione della canzone, il testo era differente. Dietro questo cambiamento si nasconde una scelta del frontman del gruppo Jim Morrison, che si impose affinchè non venisse suonata. Scopriamo insieme cosa successe.

La storia di Touch Me

Il tastierista dei The Doors, Ray Manzarek, scomparso nel 2013, raccontò le diverse fasi di registrazione a Joe Benson nel programma Ultimate Classic Rock Nights. “Robby Krieger scrisse la canzone, e la canzone si chiamava originariamente Hit Me (Colpiscimi). Jim Morrison fu contrario fin da subito.” disse Manzarek, “Non canterò mai una canzone che dice ‘Colpiscimi’, Robby la gente verrà da me urlando ‘colpiscimi, forza tirami un pugno, colpiscimi!’ disse Jim.

Sempre secondo il racconto di Manzarek, Krieger chiese a Jim come volesse cambiare il testo, ed egli avrebbe risposto: “Beh, non voglio essere colpito. Se proprio la gente deve farmi qualcosa, voglio che mi tocchino.” Per decisione del frontman dunque, le parole del testo vennero cambiate, da Hit Me a Touch Me.

Il successo del brano

Il brano dei Doors ebbe molto successo, non solo negli Stati Uniti ma anche all’estero, ottenendo ottimi posizionamenti all’interno delle più importanti classifiche di vendita. Soltanto in Gran Bretagna Touch Me non ebbe lo stesso successo, non riuscì infatti a posizionarsi mai nella classifica dei singoli più venduti nel paese.

Il singolo, dalla durata di 3 minuti e 15 secondi, raggiunse il 3° posto all’interno della Billboard Hot 100 alla fine del 1968, e il 1° – nel 1969 – all’interno della Cashbox Top 100. Notevole il successo all’estero, soprattutto in Canada (primo posto nella RPM Canadian Singles Chart) e in Australia (decimo posto nella Kent Music Report).

La tracklist di The Soft Parade

Di seguito la tracklist dell’album The Soft Parade:

  1. Tell All the People – 3:21
  2. Touch Me – 3:15
  3. Shaman’s Blues – 4:48
  4. Do It – 3:09
  5. Easy Ride – 2:43
  6. Wild Child – 2:36
  7. Running Blue – 2:27
  8. Wishful Sinful – 2:58
  9. The Soft Parade – 8:36
Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.