gtag('config', 'UA-102787715-1');

U2, perché Bono Vox ha scritto una lettera strappalacrime a Iggy Pop?

Sapevate che il frontman degli U2, Bono Vox, ha scritto un’appassionata lettera strappalacrime a Iggy Pop ammettendo di essere un suo grandissimo fan? Il Nostro ha detto, proprio riguardo Iggy Pop: “È stato così audace e incoraggiante sentirti cantare“. Ma per quale motivo? Va detto che Iggy Pop è stata un’ispirazione per moltissimi cantanti e band rock, punk e metal e vanno dati moltissimi premi a Iggy, per la sua personalità e per la sua musica. Molti ritengono che l’ultima vera rockstar che rimane sempre moderna senza scadere continuamente nell’amarcord (e l’ultimo album Free è una prova di tutto questo).

La playlist di Bono che gli ha salvato la vita

Bono, il frontman degli U2, ha postato sul sito ufficiale della band per pubblicare il proprio personale una lettera di fan indirizzata a uno dei padrini del punk Iggy Pop. Il musicista irlandese, che ha celebrato il suo sessantesimo compleanno all’inizio di questo mese, ha condiviso una playlist di 60 brani che “gli hanno salvato la vita” in una vasta raccolta. La sua playlist includeva artisti del calibro dei Rolling Stones, i Beatles, Patti Smith, Bob Dylan, Kanye West, Daft Punk, Nirvana e, ovviamente, Iggy Pop. E chissà perché proprio Iggy Pop che sembra il più diverso in questa categoria (insieme al rapper e cantante hip-hop Kanye West e ai Daft Punk)?

Il rispetto per Iggy Pop

Discutendo di Iggy Pop, Bono si è concentrato sul suo lirismo e sul suo implacabile desiderio di esibirsi al massimo livello immaginabile. “L’immagine della salute che appari sulla copertina dell’album, Lust For Life, è stata così stimolante per me e i miei amici”, ha scritto Bono nella lettera strappalacrime a Iggy Pop. “Abbiamo pensato “se Iggy ce l’ha, tutti possiamo… che si sarebbe rivelato non essere vero. Ma dentro e intorno al culto della morte che segue il rock, è stato così audace e coraggioso sentirti cantare”.

La canzone di Iggy Pop preferita da Bono Vox

Bono ha aggiunto: “Il palcoscenico di solito è una situazione incredibile che offre un trono, una corona… il rock è feudale. Ci è sembrato che ti ribellassi a te stesso, hai buttato via la tua corona … o qualcosa del genere. Tu, Iggy, potresti essere saltato fuori dalla tua stessa pelle per raggiungerci. I’m through with sleeping on the / Sidewalk – no more beating my brains / No more beating my brains [è un estratto dal pezzo Lust For Life]”. Non c’è dubbio nel dire che la voce del Re Iguana (e amico di lunga data di David Bowie) sia unica e simbolo del mondo del rock e del punk.

Iggy Pop vicino al suo pubblico

Bono ha concluso dicendo: “C’è qualcosa di fastidioso in ciò che che separa gli artisti dalla loro folla, ma nessuno ha portato una tale violenza ad appianare quella distanza come te. Potrebbero esserci meno di una dozzina di artisti che ho sentito così scontenti della gerarchia del palcoscenico e della sua separazione, che potrebbero lasciare il palco da un momento all’altro ed entrare nella tua vita. Anche seguirti a casa. […] Grazie per il sangue, il sudore e aver tirato fuori le mie lacrime. Il tuo fan, Bono”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.