Un fan dei Guns N’ Roses è nei guai per aver diffuso online canzoni inedite della band

Negli ultimi anni, anche a causa del cambiamento delle leggi relative al copyright e alla tutela del diritto d’autore, è diventato sempre più difficile riuscire a reperire musica on-line a meno che non ci sia, giustamente, un adeguato pagamento da parte di coloro che vogliono usufruire del materiale diffuso. Per questo motivo, in tantissime occasioni le case discografiche, gli artisti oppure le piattaforme che diffondono musica in streaming richiedono un pagamento oppure semplicemente bloccano account o, in alcune occasioni, si può andare incontro a multe o a condanne di diversa natura. Vogliamo parlarvi, all’interno di questo articolo, di un grande problema che ha riguardato un fan dei Guns n’ Roses, che avrebbe diffuso musica on-line della band senza il permesso della formazione e che adesso rischia una pesante multa o, in alcuni casi, addirittura l’arresto. Il materiale diffuso è chiaramente inedito, e il fan in questione l’ha acquisito da una casa discografica diverse tracce pagando più di $15000. Ecco tutto ciò che c’è da sapere in merito.

Il materiale inedito dei Guns n’ Roses messo all’asta

Prima di entrare nel mezzo della questione, che ha riguardato un fan dei Guns n’ Roses che sarebbe finito nei guai per aver diffuso on-line materiale inedito della formazione Hard Rock statunitense senza permesso, vogliamo parlarvi proprio di questo materiale inedito, che è stato diffuso all’inizio del 2019 con una votazione all’asta.

Un’etichetta discografica, Tom Zutaut, ha diffuso all’asta un’unità di archiviazione contenente registrazioni digitali che contengono anche tracce dei Guns’n’Roses, realizzate nel biennio 2000-2001. L’acquirente, Rick Dunsford, acquisito questo materiale inedito pagando una cifra di addirittura $15000, e avrebbe deciso di diffonderla on-line per guadagnare dal suo acquisto. Nonostante la procedura di difesa che viene effettuata dai Guns n’ Roses, che cercano di bloccare qualsiasi tipo di diffusione del materiale, dopo circa un mese dall’acquisto la musica inedita della band inizio a circolare on-line; secondo quanto dichiarato dal TMZ, la Universal Music Group che detiene i diritti d’autore dei brani, avrebbe deciso di intraprendere una battaglia legale contro l’acquirente che ha diffuso le tracce on-line senza permesso.

Che cosa rischia Rick Dunsford, che ha diffuso online le canzoni dei Guns N’Roses

Non si tratta del primo provvedimento che è stato preso contro Rick Dunsford, che già in passato è stato accusato dagli stessi Guns N’Roses di aver diffuso on-line materiale inedito appartenente al biennio 2000-2001 senza il permesso della band. Per questo motivo l’acquirente è stato già bandito a vita degli spettacoli dei Guns N’Roses, dal momento che la band si è resa conto del suo coinvolgimento con la fuga di materiale. Lo stesso Rick ha dichiarato in merito: “[Il divieto] è praticamente per il resto della mia vita. Hanno chiarito che se venissi notato, sarei arrestato sul posto”.

Insomma, nel caso in cui dovesse essere identificato colui che è ritenuto il responsabile della diffusione del materiale sarebbe arrestato sul posto anche se lo stesso Dunsford ha dichiarato di non essere dietro la diffusione del materiale, ma di averlo soltanto acquistato.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.