gtag('config', 'UA-102787715-1');

Van Halen: come un commento volgare ha portato alla nascita di Everybody Wants Some

Quando si parla di Everybody Wants Some si intende una espressione che, nella cultura popolare, è diventata molto celebre nel corso della storia, non soltanto grazie alla canzone dei Van Halen ma anche all’utilizzo della stessa nell’ambito della cultura di massa. Si prende in considerazione Everybody Wants some nella commedia Sapore di Hamburger, nel horror comico Benvenuti a Zombieland e nel film Tutti vogliono qualcosa, realizzato nel 2016 e scritto, diretto e prodotto da Richard Linklater, interpretato da Blake Jenner, Ryan Guzman, Tyler Hoechlin, Glen Powell e Zoey Deutch. Tornando al brano dei Van Halen, che rappresenta sicuramente uno dei più grandi successi della formazione statunitense, vogliamo sottolineare quale sia stata la genesi del successo e della nascita della canzone, inserita all’interno del terzo album in studio Women and Children First, pubblicato nel 1980. In particolare, vogliamo spiegarvi di come un commento volgare ha portato alla nascita della canzone di successo che, nell’ambito della storia dei Van Halen, ha rappresentato un vero e proprio marchio di fabbrica.

Le dichiarazioni del produttore dei Van Halen e la nascita di Everybody Wants Some

Il grandissimo successo di Everybody Wants Some è stato dettato da delle dichiarazioni piuttosto volgari che sono state rilasciate dal produttore dei Van Halen, Ted Templeman, che ha diretto i primi sei album in studio della band ed è andato a vederli dal vivo in un concerto a Phoenix. Mentre la band era nel backstage, pronta ad esibirsi con la folla in visibilio, il produttore si è lasciato andare ad un commento piuttosto colorito, in cui chiedeva espressamente alla formazione di volere un po’ di ciò che c’era lì fuori, con le seguenti parole: “Tutti voi ragazzi avete la figa là fuori, ne voglio anche io un po’, amico! ‘”

Nei giorni successivi, quando i Van Halen si trovarono a lavorare su alcuni brani che sarebbero stati inseriti all’interno del loro terzo album in studio, quelle frasi tornarono in mente alla formazione, che decisero di scrivere un pezzo che si originasse da quelle dichiarazioni volgari eppure significativamente sincere. Fu la genesi della nascita e del successo di Everybody Wants Some.

Il successo di Everybody Wants Some

Come abbiamo avuto modo di dimostrare precedentemente, il brano è diventato uno dei più grandi successi dei Van Halen, soprattutto se dal vivo. La canzone, infatti, dal punto di vista musicale presenta una struttura perferta e incredibilmente attrattiva, che si apre con un beat tribale di batteria e con i vocalizzi di David Lee Roth, accompagnati dai fraseggi di chitarra di Eddie Van Halen. In tantissime occasioni la band si è servita del brano per improvvisare dal vivo, soprattutto se in collaborazione del pubblico per alcuni minuti.

La canzone, di oltre cinque minuti, è stata realizzata dalla seguente formazione:

  • David Lee Roth – voce
  • Eddie van Halen – chitarra, cori
  • Michael Anthony – basso, cori
  • Alex van Halen – batteria
Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.