gtag('config', 'UA-102787715-1');

Van Halen, Slash: “Sono stato l’ultimo a sentire Eddie Van Halen perché…”

Slash ha raccontato di essersi l’ultimo a sentire Eddie Van Halen proprio il giorno della sua morte. Il chitarrista storico dei Guns N’Roses ha detto di essere veramente scioccato per questa tragica notizia e trova molte difficoltà a esprimersi a parole. In questo momento è veramente devastato perché se ne è andato un suo amico, un grandissimo musicista e una bravissima persona. Si erano sentiti già da vari giorni e nonostante sapesse che era molto malato non si era mai accorto che forse era agli sgoccioli. Slash sapeva che Eddie Van Halen doveva rimanere a Los Angeles, in ospedale, ma non immaginava che Eddie lo avrebbe abbandonato. Davvero tragico, per tutto il mondo della musica rock.

Dove si trovava Slash quando scoprì la morte di Van Halen

Slash ha reso un grandissimo omaggio a Eddie Van Halen e lo definito un musicista davvero incredibile e straordinario, un chitarrista molto dotato e un grande innovatore. Quando è venuto a sapere della notizia, il chitarrista della storica band fondata da Axl Rose era a Elk Grove Village, nell’Illinois. Si trovava in questo particolare posto per promuovere il nuovo flipper a tema Guns N’Roses che Slash aveva collaborato a realizzare insieme a una ditta di game designing. In quel momento a Slash è caduto il mondo addosso e gli è caduta una tristezza mentale e fisica davvero molto dura e difficile da accettare.

Quando Slash ha scoperto il grande Eddie Van Halen

Il chitarrista ha raccontato che secondo lui Eddie Van Halen ha totalmente cambiato il modo di suonare la chitarra dalla fine degli anni Settanta. Quando uscì il primo disco dei Van Halen il batterista originario dei Guns n’Roses Steven Adler si era innamorato di quel disco. Slash e il batterista passano via le giornate marinando e saltando i giorni di scuola e bighellonando in giro. Molto spesso passavano le ore in pizzeria e in pub del genere e in quei posti potevano sempre scoprire nuovi musicisti e nuovi gruppi. In quell’occasione scoprì il primo disco dei Van Halen e ne fu semplicemente estasiato.

Slash e gli ultimi messaggi con Eddie Van Halen

“Oggi abbiamo davvero perso un importante contributo al rock and roll.” E tra l’altro, ironia della sorte, Slash è stato l’ultimo a sentire Eddie Van Halen in virtù della sua grande amicizia con il grande chitarrista e autore di Jump. Van Halen è poi deceduto al St. John’s Hospital di Santa Monica, in California, accompagnato dalla moglie Janie e dal figlio Wolfgang. Gli ultimi momenti di Eddie vennero trascorsi anche con il fratello Alex, simbiosi di Eddie e batterista del gruppo. Alex Van Halen e Eddie avevano formato il gruppo nel 1972 a Pasadena in California e chiamarono subito David Lee Roth alla voce e al basso il bravo Michael Anthony.

Addio Eddie…

Eddie Van Halen ha lasciato già un grandissimo vuoto nel mondo della musica rock e metal. Purtroppo negli ultimi 20 anni non è stato molto fortunato, prima a causa di un problema al cuore, poi per un cancro alla lingua, poi ancora per un cancro alla gola. Non ci resta quindi che ricordarlo per le sue canzone, come anche Slash fa.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.