17 settembre 2021 18:09 venerdì

5 Rock Band che non sono diventate famose

Gli effetti dei cambiamenti radicali subiti dalla società negli ultimi decenni grazie al progresso tecnologico e allo sviluppo di mezzi di comunicazione sempre più efficienti ha, ovviamente, avuto effetto anche sulla musica. L’avvento di internet e l’invenzione dello streaming hanno completamente stravolto il mondo del Rock. Un universo maledetto agli occhi dell’opinione pubblica. Stigmatizzato dalla miriade di stereotipi dalla dubbia veridicità, esaltati in modo esponenziale da aneddoti reali provocati dalla dissolutezza delle figure di spicco della scena musicale dei primi anni.

Ad oggi, il panorama del Rock ha subito consistenti trasformazioni in termini contestuali, ricostruendo i parametri sui quali si ergeva la vita di un artista coinvolto sulla scena e, soprattutto, in termini di diffusione del materiale. Se la figura della Rockstar veniva, un tempo, idolatrata all’ennesima potenza, attraverso l’unicità quasi esoterica di cui era intrisa; ad oggi, ha subito un processo di normalizzazione radicale. Il musicista Rock di oggi si vede, infatti, impegnato nelle iniziative più disparate ed estenuanti ai fini promozionali e comunicativi.

Inoltre, se da un lato, la nascita delle piattaforme di streaming ha coadiuvato molti gruppi nell’arduo compito della diffusione del loro materiale; dall’altro hanno, in parte, esentato questo stesso universo dei riti e della mitica prassi che ha reso alcune band leggendarie. In questa classifica, vi proponiamo alcune Rock Band che, probabilmente, avrebbero raggiunto punti altissimi nella loro carriera, se avessero esordito negli anni d’oro del Rock.

5) Damone

I Damone erano una Band Pop Metal in pieno stile anni ’80. Ruggenti e trasgressivi, toccarono dei punti per i quali sembrava che il successo fosse dietro l’angolo. I Damone andarono in tour con i Bon Jovi come gruppo d’apertura nelle arene di tutto il mondo. Riempivano enormi club ogni sera ed alcuni dei loro brani vennero scelti come colonne sonore di film. Il gruppo crollò a causa dei gravissimi problemi di salute del bassista e della morte del batterista nel 2011.

4) Endeverafter

La band si forma a Los Angeles dimostrando sin da subito un carisma incendiario. Riff aggressivi e melodie accattivanti caratterizzavano il sound degli Endeverafter che, pochi mesi dopo il loro esordio, firmarono con una Major. Nonostante il gruppo gremisse i locali nei quali era solito esibirsi, le vendite del loro disco furono scarse e limitate solo al Regno Unito. Nel corso di un’intervista, il cantante spiegò che, nonostante fosse finita, preservava ricordi stupendi per i quali sarebbe sembrato inutile rimpiangere su ciò che sarebbe potuto essere.

3) Diamond Lights

I Diamond Lights esaltarono alla perfezione i valori del Rock classico. I mitici albori da cui tutto scaturì. Molti gruppi, negli anni, ci hanno provato, dando l’impressione che, dietro sforzi eccessivi ed esasperati, si celasse semplicemente la volontà degli artisti di ricercare una propria identità in una mera copia dall’effetto nostalgico. I Diamond Lights, non solo incarnarono meticolosamente i canoni dell’Hard Rock degli esordi, ma riuscirono a creare una miscela esplosiva di personalità ed ispirazione. Il cantante del gruppo spiegò di aver sempre ricercato nelle arti visuali, la chiave di Volta per il successo dei suoi brani. I Diamond Lights si sciolsero nel 2005, dopo che i membri della band intrapresero strade diverse, rendendo le loro scelte inconciliabili.

2) Silvertide

I Silvertide incarnarono perfettamente lo stile nudo e crudo dell’Hard Rock della fine degli anni ’70. La band era un mix esplosivo tra la musica degli Aerosmith e quella dei Black Crowes. Eclettici quanto dissoluti, i Silvertide hanno vissuto il mito del Rock per antonomasia in tempi moderni, per poi raggiungere il culmine nel 2011.

1) Marah

All’alba del Terzo Millennio, due fratelli di Philadelphia fondarono i Marah. Si tratta di una band dalle inflessioni Rock melodiche e patriottiche in puro stile Bruce Springsteen. Nel loro punto più alto, raggiunsero il consenso di artisti di spicco del panorama culturale internazionale. Ad oggi, nonostante la lineup sia drasticamente cambiata, la band continua a rilasciare nuovi dischi e suonare dal vivo, nonostante non riscontrino più la stessa positività degli esordi.

 

 

Share