20 ottobre 2021 14:49 mercoledì

David Bowie e Kurt Cobain, cosa hanno in comune le due rockstar?

David Bowie e Kurt Cobain hanno – ognuno a modo loro – fatto la storia della musica. In momenti e generi diversi entrambi hanno saputo contribuire all’Arte in modo versatile e innovativo. Ma cosa potrebbero avere in comune le due rockstar? In questo articolo scopriamo l’anello di congiunzione tra David Bowie e l’intramontabile frontman dei Nirvana, Kurt Cobain.

DAVID BOWIE, LA PUBBLICAZIONE DI THE MAN WHO SOLD THE WORLD

Il 4 Novembre del 1970 David Bowie rilascia il singolo glam rock psichedelico intitolato The Man Who Sold the World. Il brano è l’ottava traccia estratta dall’album omonimo dello stesso anno. Come per altri suoi iconici lavori – Bowie non ha spiegato subito il significato di The Man Who Sold the World. Alcuni biografi hanno ipotizzato che il cantante abbia preso ispirazione dal poema sulla guerra di Wilfred Owen, dal titolo Strange Meeting.

Non tutti sono concordi con questa attribuzione. Per altri studiosi della storiografia musicale infatti, Bowie avrebbe attinto dal libro Il Compagno Segreto di Joseph Conrad, da Incontro Segreto di Ray Bradbury e soprattutto dalla poesia Antigonish di Hughes Mearns. “We passed upon the stair, we spoke of was and when / Altough I wasn’t there, he said I was his friend” dice Bowie in The Man Who Sold the World. A fronte di “Yesterday, upon the stair I saw a man who wasn’t there / He wasn’t there again today / I wish, I wish he’d go away” dei versi di Mearns.

DAVID BOWIE SPIEGA IL SIGNIFICATO DIETRO LA CANZONE

Nel 1997 David Bowie – durante un’intervista radiofonica per la BBC – ha parlato del significato misterioso nascosto dietro il brano The Man Who Sold the World. “Penso di averla scritta perché c’era una parte di me che stavo ancora cercando…Per me quella canzone ha sempre esemplificato lo stato d’animo che si prova quando si è giovani – ha rivelato il cantante – quando ci si rende conto che c’è una parte di noi che non siamo ancora riusciti a mettere insieme. C’è questa grande ricerca, un gran bisogno di comprendere realmente chi siamo”.

NIRVANA, LA FAMOSA COVER DI KURT COBAIN

The Man Who Sold the World è stata oggetto – nel corso degli anni – di numerose rivisitazioni e cover. La versione probabilmente più celebre del brano è quella eseguita da Kurt Cobain all’MTV Unplugged del 1993 e inclusa nell’album corrispondente dell’anno successivo.

La performance live del frontman dei Nirvana diventa talmente iconica che – con il tempo – molti arrivano a pensare che sia un loro testo originale. “Quando la suono ci sono sempre un sacco di ragazzini che mi dicono “E’ fantastico che tu faccia una canzone dei Nirvana” rivelò infatti David Bowie nel 2000.

DAVID BOWIE, LA REAZIONE DEL CANTANTE ALLA COVER DI KURT COBAIN

Ma come ha reagito David Bowie quando ha scoperto che i Nirvana avevano fatto una cover di The Man Who Sold the World? “Sono rimasto semplicemente sbalordito quando ho scoperto che a Kurt Cobain piacevano i miei lavori – ha confessato il cantante – ho sempre voluto parlare con lui a proposito delle ragioni per cui aveva fatto quella cover. E’ stata una buona interpretazione e mi è sembrata in qualche modo molto onesta. Sarebbe stato bello lavorare con lui, ma anche solo parlare con lui sarebbe stato davvero fantastico”. 

Share