15 May, 2021, 19:52

Oasis, ecco cosa pensa Liam Gallagher della musica di Noel

Sembra sia impossibile smettere di parlarne. Ma Liam e Noel Gallagher non hanno la benché minima intenzione di dare un taglio alle frecciatine e alle offese che si lanciano da anni. Più o meno dal 2009 – l’anno in cui gli Oasis vedono ufficialmente la loro fine – dopo 18 anni di prolifica carriera. L’ultimo album congiunto – dal titolo Dig Out Your Soul – era stato pubblicato nell’Ottobre del 2008. Ora, a distanza di tutto questo tempo, Liam Gallagher torna a spiegare i motivi della rottura e svela cosa ne pensa della musica del fratello. Suggerendo anche delle soluzioni per far funzionare una loro eventuale reunion.

LIAM GALLAGHER, GLI OASIS HANNO MAI RICEVUTO PROPOSTE PER UNA REUNION?

Durante un’intervista per Rolling Stone, Liam Gallagher – ex frontman degli Oasis – è tornato a parlare di un’eventuale reunion con il fratello Noel e il loro attuale rapporto. Solo pochi giorni fa infatti, il cantante aveva infiammato internet con un nuovo Twitter. “Ci sono stati offerti 100 milioni di sterline, ma non è ancora abbastanza per l’anima avara” aveva postato sul proprio profilo.

A distanza di giorni, rispondendo alla domanda su quale sia stata l’offerta più pazza ricevuta dagli Oasis per tornare sul palco assieme, Liam ha risposto: “Non penso che arriverebbero a me. Credo che vadano al manager di Noel, perché era quello degli Oasis. Quindi non sono sicuro amico, non ho sentito niente – ha rivelato l’ex frontman della band britannica – Ma se dovesse accadere sarebbe 50/50. Noel pensa che mi potrebbe lanciare le ossa, sai cosa intendo?”.

OASIS, QUALE POTREBBE ESSERE LA NUOVA FORMAZIONE IN UN’EVENTUALE REUNION?

Liam Gallagher – oltre a rispondere alla domanda sulle offerte per un’eventuale reunion – è passato a fantasticare su quale formazione potrebbe presentarsi sul palco come nuovi Oasis. “Sarebbe 50/50 e anche io sceglierei chi sarebbe nella band – ha continuato ai microfoni di Rolling Stoneperché se lui pensa che mi unirei agli High Flying Birds con il nome Oasis, si sbaglia di grosso”. 

LIAM GALLAGHER, I VERI MOTIVI DELLO SCIOGLIMENTO DEGLI OASIS

Liam Gallagher prosegue l’intervista per Rolling Stone svelando i veri motivi che – nel 2009 – portarono allo scioglimento degli Oasis. E ovviamente tutti riconducono al fratello Noel. “Non stava succedendo nulla in realtà. Eravamo normali. C’era sempre qualche problema, ma credo che lui volesse semplicemente andarsene – ha iniziato a spiegare – Qualcuno deve avergli ovviamente gettato fumo negli occhi e detto: “Potresti fare un album solista”, e lui se n’è andato e lo ha fatto e non ci ha fatto molto in effetti”. 

Le ambizioni soliste di Noel Gallagher sembrano dunque essere la principale ragione che portò all’allontanamento dal fratello. “Deve aver pensato che sarebbe diventato il nuovo Paul McCartney e avrebbe riempito gli stadi. Beh, ha proprio fallito – ha continuato l’ex cantante degli OasisSe voleva fare un disco solista andava bene, non sono suo padre, non sono sua madre ma non buttarmi sotto un treno e non rompere la band”.

LIAM GALLAGHER SVELA COSA NE PENSA DELLA MUSICA DI NOEL GALLAGHER

Dopo aver svelato le ragioni principali che hanno portato allo scioglimento degli Oasis nel 2009, Liam Gallagher ha detto ai microfoni di Rolling Stone cosa ne pensa della musica del fratello. “Non lo so, amico. Ascolta, scherzi a parte, non credo che stia scrivendo buona musica al momento – ha esordito – credo che se suonassi qualsiasi di quelle canzoni con una chitarra acustica, ti verrebbe da ridere. […] Pensa di essere David Bowie, ma non lo è”. 

Share