21 settembre 2021 17:05 martedì

Le 5 band rock più vecchie di sempre

Quali sono le 5 band rock più vecchie di sempre? Di seguito, cercheremo di rispondere ad un simile quesito. Stiamo parlando di cinque complessi musicali che hanno attraversato numerosi decenni senza perdere il loro marchio originario. Tali progetti discografici continuano a catalizzare l’attenzione di un vasto pubblico in tutto il mondo, con performance all’insegna della pura adrenalina. Ecco i complessi che raccolgono ancora oggi tanti consensi a tutti i livelli dopo oltre mezzo secolo di pluridecorata carriera.

5. Nomadi (1963)

Iniziamo da un piccolo pezzo della storia musicale rock italiana. Nonostante della formazione del lontano 1963 sia rimasto solo il tastierista e corista Beppe Carletti, i Nomadi continuano ad essere sinonimo di successo. Una svolta sfortunata risale al 1992 con l’addio della storica voce di Augusto Daolio. Tuttavia, la band continua ad esibirsi in tutta Italia e, il 31 maggio 2019, ha pubblicato un nuovo album intitolato Milleanni, contenente 11 tracce complessive delle quali due inedite.

4. The Rolling Stones (1962)

Nella nostra lista non potevano assolutamente mancare i The Rolling Stones. Il quartetto è formato da Mick JaggerKeith RichardsCharlie WattsRonnie Wood, che suonano insieme in maniera ininterrotta dal 1975. Il quartetto continua a rockeggiare in giro per il mondo senza mostrare i segni dell’età. Nonostante la scomparsa nel 1969 di uno dei principali fondatori, Brian Jones, il progetto va avanti con successi ancora straordinari. L’ultimo album in studio, Blue & Lonesome, risale al 2016 e mostra quanto la band abbia sempre intenzione di stupire.

3. The Beach Boys (1961)

Nella cittadina californiana di Hawthorne, nei pressi di Los Angeles, nel 1961 sono sorti i Beach Boys. Non appena viene ascoltato un loro brano, ci si immerge in un’atmosfera profondamente estiva. Finora l’ultimo album in studio risale al 2012 ed è stato realizzato in occasione del 50esimo anniversario dalla fondazione della band. Si intitolava That’s Why God Made the Radio. Oggi il mito continua a vivere grazie a Mike Love e Bruce Johnston, mentre Brian Wilson e Al Jardine hanno scelto di andarsene dopo l’ultima reunion.

2. Golden Earring (1961)

Direttamente dai Paesi Bassi, ecco un gruppo hard rock che sfiora i 60 anni di esistenza. I padri fondatori furono il chitarrista George Kooymans e il bassista Rinus Gerritsen, ai quali negli anni successivi si sarebbero aggiunti la voce Barry Hay e il batterista Cesar Zuiderwijk. La loro importanza si denota anche dalla capacità di organizzare ben 13 tournée negli Stati Uniti, affiancati da band rock di alto livello come i Kiss e gli Aerosmith.

1. Sons of the Pioneers (1933)

Concludiamo con un gruppo musicale la cui longevità è davvero sorprendente, nonostante non sia da considerarsi prettamente rock. Infatti, i Sons of the Pioneers sono considerati, per l’appunto, come autentici pionieri del country. Si calcola che nel corso di poco meno di 80 anni di carriera si siano susseguiti più di 40 membri ufficiali. Ovviamente nessuno resta della formazione originale, ma questa band statunitense non ha alcuna intenzione di fermarsi.

Share