23 settembre 2021 14:34 giovedì

Perchè i Foo Fighters si chiamano così?

I Foo Fighters, nati a Seattle nel 1994, sono una delle band più amate del pianeta. La band capitanata da Dave Grohl ha scritto pagine indelebili nella storia della musica, ma perché i Foo Fighters si chiamano proprio così?

Perchè i Foo Fighters si chiamano così?

I Foo Fighters, nati successivamente allo scioglimento dei Nirvana in seguito alla morte dell’iconico Kurt Cobain, sono una delle band più apprezzate della scena rock, ma perché hanno scelto proprio questo nome?

La risposta è molto semplice: il termine ‘foo fighter’, durante la seconda guerra mondiale, stava ad indicare una serie di oggetti volanti non identificati, simili a quelli che oggi potremmo definire UFO. Molto spesso, però, questi fenomeni non erano altro che effetti ottici riprodotti da aloni di luce o dai riflessi del sole, ciononostante Dave Grohl pensò che questo nome cadesse a pennello perla sua band!

Il nuovo lavoro in studio di Dave Grohl e soci

La rock band dei Foo Fighters, nata a Seattle nel 1994, è finalmente pronta a pubblicare un nuovo album. Certo, la band capitanata da Dave Grohl è stata impegnata su più fronti negli ultimi mesi, ma questo non ha impedito ai ragazzi di pensare al prossimo lavoro in studio.

Sull’argomento è intervenuto il batterista del gruppo Taylor Hawkins. L’uomo, in un’intervista rilasciata al settimanale Kerrang!, ha spiegato: “Presto pubblicheremo un nuovo album, se ne parla già da tempo in verità. Da quel che ho sentito io, il nostro impavido Dave ha già preparato qualcosa. Non vorrei sbilanciarmi troppo, ma credo che faremo qualcosa anche per il 25esimo anniversario della band. Lo sapete come siamo fatti, difficilmente ci fermiamo.“

In questo 2020, infatti, la band di Seattle festeggerà i 25 anni dall’uscita del primo disco, intitolato proprio “Foo Fighters”: è in programma quindi, un tour celebrativo oltre che un nuovo album. “Dietro ogni album si nasconde un gran lavoro, tra demo, registrazioni e tutto il resto. Si, è un processo lungo ma sono sicuro che riusciremo a completarlo il prima possibile” ha aggiunto il batterista statunitense Oliver Taylor Hawkins.

I Foo Fighters rappresentano, senza dubbio, una delle realtà musicali più imponenti degli ultimi anni: il talento e le abilità di Dave Grohl non sono, però, le uniche armi di questa band. La notizia di un possibile nuovo album ha riempito di gioia i cuori dei migliaia di fan del genere. Il nuovo lavoro, infatti, arriverebbe a distanza di quasi 3 anni dall’ultimo disco, Concrete and Gold, pubblicato il 15 Settembre del 2017.

Musicalmente parlando Concrete and Gold è un ibrido tra hard rock e sonorità pop. Il disco, non a caso, è stato prodotto da Greg Kurstin. Per chi non lo sapesse il produttore Gregory Allen “Greg” Kurstin ha collaborato con artisti pop come Adele, Pink e Sia. Come sarà il prossimo album dei Foo Fighters? Beh non ci resta che aspettare.

Share