14 May, 2021, 19:59

Le migliori canzoni rock che non presentano tracce vocali

Nel corso della storia della musica sono diverse le tracce strumentali che hanno ottenuto un grandissimo successo, in virtù della loro qualità strutturale e compositiva su cui si basano. Nell’ambito di questo articolo, vogliamo prendere in considerazione le migliori canzoni rock che non presentano tracce vocali, e che allo stesso tempo hanno ottenuto un grande riconoscimento dal punto di vista artistico riuscendo a imporsi all’interno del mercato discografico. Ecco quali sono le migliori tracce in questione, che meritano di essere sottolineate.

Eruption

La prima tra le migliori canzoni rock che non presentano tracce vocali che vogliamo sottolineare all’interno della nostra classifica è Eruption, brano strumentale composto dal compianto Eddie Van Halen e pubblicato il 10 febbraio del 1978. La canzone è stata poi inclusa all’interno del primo album in studio dei Van Halen, l’omonimo prodotto discografico che ha trovato pubblicazione nel 1978.

La traccia strumentale ha ottenuto un grandissimo successo, ed è considerato uno dei più grandi capolavori di sempre della band olandese, anche e soprattutto data la presenza del celebre assolo di chitarra, ritenuto come uno dei migliori di tutti i tempi. La canzone è stata utilizzata all’interno del film Minions, ed è uno dei brani più difficili che siano presenti all’interno del videogioco Guitar Hero Van Halen, edizione specifica sulla band olandese.

Whale and Wasp

Seconda tra le migliori canzoni rock che vogliamo considerare all’interno della nostra classifica, data la caratterizzazione dettata dall’assenza di voce, è Whale and Wasp, celebre brano della band Alice in Chains che ha fatto la storia della musica anche e soprattutto per le sue caratterizzazioni strutturali e compositive. Ascoltare una traccia prettamente differente rispetto alle determinazione basiche della formazione vuol dire rapportarsi ad un certo modo di comporre e fare musica da parte degli Alice In Chains, che stupisce per le sue determinazioni: Whale and Wasp stupisce per la sua bellezza, anche in assenza di voce.

To Live Is To Die

Chiudiamo questa nostra classifica con un vero e proprio capolavoro che i Metallica hanno inserito all’interno del loro celebre prodotto … And Justice for All; stiamo parlando di To Live Is To Die, ottava traccia del quarto album in studio della band, dedicata al compianto Cliff Burton, batterista tragicamente scomparso in occasione di un incidente stradale. L’unica sezione del resto si riduce ai seguenti versi:

«When a man lies he murders some part of the world
These are the pale deaths which men miscall their lives
All this I cannot bear to witness any longer
Cannot the kingdom of salvation take me home.»

Share