14 May, 2021, 20:45

Le migliori canzoni metal dal 1970 a oggi

Nel corso della storia del metal sono diverse le realizzazioni di grandissimo valore che hanno portato una band a ottenere grandissimo successo; per questo motivo, riuscire a sottolineare quali siano le migliori canzoni metal che siano state realizzate nel corso della storia non è assolutamente semplice, dal momento che i capolavori sono molteplici e riguardano una serie di espressioni differenti che hanno permesso a diverse band e formazioni di rivenire celebri e amate. Vogliamo operare una sorta di sintesi del mercato discografico dal 1970 a oggi, indicando quali siano le migliori canzoni metal che sono state realizzate in tutti questi anni, e, soprattutto, indicando ogni decennio attraverso una è una sola realizzazione nello specifico. Ecco quali sono le migliori canzoni metal 1970 a oggi che hanno fatto la storia della musica.

Sabbath Bloody Sabbath

Gli anni 70, dal punto di vista del metal, sono stati certamente dominati dai Black Sabbath, e dalla loro portata rivoluzionaria che ha permesso a diversi artisti di ispirarsi particolarmente. La canzone che vogliamo sottolineare a rappresentazione di questi anni è del 1973, ed è la traccia che dà il nome a Sabbath Bloody Sabbath, quinto album in studio della band nonché contributo discografico fondamentale della stessa. La canzone si basa sul conosciutissimo riff che salvò i Black Sabbath, dettato dal superamento del blocco dello scrittore che attanagliò Tony Iommi, che riuscì a superare questa sua difficile condizione attraverso misure drastiche, tra cui l’affitto del castello infestato di Clearwell.

Hallowed Be Thy Name

Seconda canzone che vogliamo sottolineare all’interno della nostra classifica relativa alle migliori canzoni metal dal 1970 a oggi è Halloween be thy name, celebre realizzazione degli Iron Maiden compresa all’interno del rivoluzionario prodotto discografico The number of the beast; la canzone parla delle ultime ore vissute da parte di un condannato a morte, che precedono la sua irrimediabile esecuzione. L’uomo, dapprima rassegnato di fronte alla condanna, si convince di non averne paura, dal momento che la vita è un’illusione e potrebbe accadere qualsiasi cosa al termine della stessa. Il testo termina con la morte dell’uomo, giustiziato, e si arricchisce di una serie di procedimenti strutturali, tra cui una sezione strumentale di grandissimo valore, che dà pregio alla canzone.

Enter Sandman

La migliore canzone metal degli anni 90 che consideriamo è Enter Sandman, realizzata dalla celebre band dei Metallica. La tracce di apertura del quinto album omonimo della band, pubblicato nel 1991, rappresenta anche uno dei più grandi successi di sempre dei Metallica, che avevano già concepito la loro canzone per album precedenti Ma che decisero di inserire la stessa all’interno del loro quinto prodotto discografico. Sia dal punto di vista strutturale che dal punto di vista compositivo, Enter Sandman rappresenta perfettamente lo stile è l’espressione fondamentale dei Metallica, e per questo motivo può essere considerata come una delle migliori canzoni di sempre della band.

Lateralus

Pubblicato nel 2001, il terzo album dei Tool rappresenta una delle perle degli anni 2000 e, naturalmente, la sua title track non poteva non essere inclusa all’interno della nostra classifica; la canzone, che si basa sulla struttura di Fibonacci dal punto di vista musicale, non è soltanto un capolavoro compositivo, ma anche matematico e strutturale.

Cirice

Ultima tra le migliori canzoni dagli anni 70 ad oggi che vogliamo considerare è un vero e proprio capolavoro discografico dei Ghost, contenuto all’interno dell’album Meliora del 2015. La canzone, arricchita di un videoclip di grandissimo valore, che mostra tutta l’influenza che questo stesso brano ha, è contenuta all’interno di un prodotto pregevole, che palesa tutta l’evoluzione della band svedese dal punto di vista discografico e compositivo.

Share