R3M
LIVE

Taylor Hawkins, i 5 migliori assoli di batteria del batterista dei Foo Fighters

Dopo aver appreso la tragica notizia della morte di Taylor Hawkins, oggi il mondo della musica e tutti in fan non possono far altro che ricordarlo tramite canzoni e suoi lavori. Pur essendo il frontman dei Foo Fighters, Dave Grohl, nato come batterista nei Nirvana, l’operato di Taylor Hawkins non può che essere elogiato. Ecco le cinque canzoni che proponiamo per ricordalo.

Low, One By One (2002)

Low è una delle canzoni che può sicuramente rientrare in questa classifica. Si tratta di ciò che potremmo definire come un lungo assolo di batteria con alcune chitarre attaccate. Nasce come una demo strumentale, plasmata dal pugno di Dave e Taylor, in casa.

Aurora, There Is Nothing Left To Lose (1999)

Anche questa canzone, leggermente precedente alla prima e pescata dai meandri del disco sopracitato, rende perfettamente onore alla capacità del batterista. Parlando con Apple Music, Taylor Hawkins racconta di ciò che c’è dietro a questa traccia: Quella è stata la prima traccia di batteria che abbia mai fatto per i Foo Fighters di cui ero davvero, davvero orgoglioso, perché ho suonato solo metà della batteria nel disco Nothing Left To Lose , perché era la mia prima volta in studio ed ero solo… non sapevo come registrare.

Bridge Burning, Wasting Light (2011)

Forse è classificabile come una delle tracce più belle della loro discografia. Avvolgente e dotata di una certa forza, riprende la vera essenza dei Foo Fighters.

Rope, Wasting Light (2011)

Altra canzone del 2011, ma appartenente ad un altro disco è Rope. A proposito di questa traccia, sembra essere stata ispirata dai Queen o, quantomeno, dal loro modo di comporre e sarà lo stesso Taylor Hawkins a raccontarlo. Dall’intervista fatta con Radio X, infatti, ricaviamo:

 “If you listen to a Foo Fighters song called ‘Rope’,” Hawkins began, “There is these three little drum breaks in the middle, and one of them is directly ripped off of the Live Killers ‘Keep Yourself Alive.’ So I would say go listen to Queen Live Killers and listen to the ‘Keep Yourself Alive’ drum solo. It’s interesting that they would have a drum solo on their very first single.”

Pretender, Echoes, Silence, Patience & Grace (2007)

Per ultima, ma non meno importante, inseriamo Pretender. Pare che i Foo Fighters siano riusciti a comporre questa canzone in un solo giorno. Nella sua semplicità troviamo Hawkings come sottofondo e Grohl che ci racconta di diordini politici e disillusioni.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Foo Fighters (@foofighters)

Articoli correlati

Condividi