R3M
LIVE

Le cinque ballate rock più sottovalutate di tutti i tempi

Tante ballate rock hanno ammaliato interi pubblici, diventando dei veri punti cardine della storia della musica. Tante altre, però, sono state sottovalutate, per diversi motivi o punti di vista. In questa classifica proponiamo le cinque ballate rock più sottovalutate!

Where Did It All Go Wrong – Oasis

Quinta tra le ballate rock proposta è quella degli Oasis. Spesso, sebbene le canzoni abbiano sempre un motivo particolare e siano anche molto ponderate, c’è la strana abitudine di cercare quante più sottigliezze possibile, aspetto che è giusto sul piano interpretativo personale. Questa ballata, però, ha qualcosa da raccontare: è come fosse una sorta di autopsia degli Oasis negli anni Novanta, con tutte le loro difficoltà.

No Expectations – The Rolling Stones

In quello che sarebbe il quarto posto su questa classifica sulle ballate rock collochiamo No Expectations dei The Rolling Stones. Nonostante abbiano sempre mantenuto il cosiddetto profilo di “cattivi ragazzi” i Rolling Stones hanno anche dato e trasmesso tanto con i loro titoli e questa ballata ne è la conferma. Che sia la musica a saper e a dover riempire tutto il vuoto causato dall’amore?

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da The Rolling Stones (@therollingstones)

Waterfalls – Paul McCartney

Si tratta di una vera e propria canzone d’amore che Macca canta e dedica a sua moglie, Linda. Dai toni molto dolci e allo stesso tempo segnata dalla sperimentazione e da una bella dose di recupero dei toni passati, forse questa canzone nasconde molto di più rispetto a quanto si possa immaginare.

Nightswimming – R.E.M.

Anche i R.E.M fanno parte di questa classifica e sebbene come candidata prima come loro migliore canzoni inn linea generale potremmo ritrovare Losing my Religion, Nightswimming, nasconde tante piccole sfaccettature dietro questo titolo, che riesce ad impersonarla a pieno. Racconta di una nuotata fatta da Stipe durante la sua adolescenza, com’è ben chiaro, di notte. Non è solo questo però… nasce da un canto che viene dal passato e che guarda a tutto ciò che hai fatto come pezzi di vissuto che ti rendono il riflesso di ciò che sei diventato.

Highway Patrolman – Bruce Springsteen

A chiudere la classifica sulle migliori ballate rock che, purtroppo, sono forse state sottovalutate, ne mettiamo una del famoso Boss. Come spesso accade le strade e i rapporti interpersonali sono fondamentali nelle sue canzoni e questa ne è l’ulteriore conferma. Racconta la storia di due fratelli che negli anni del dopoguerra percorrono strade opposte tra di loro: uno diventa agente, l’altro passa, sfortunatamente, al lato sbagliato. Si arriva al culmine quando l’agente riceve una chiamata in cui gli viene detto che dovrà essere lui a catturare il fratello. Sebbene l’abbia trovato, l’idea di ammanettarlo è troppo pesante da gestire, per cui lo lascia libero.

Articoli correlati

Condividi