R3M
LIVE

Cinque band che sono migliorate dopo aver sostituito il cantante

Capita spesso, nelle band, che la formazione venga rivista. Naturalmente i motivi possono essere molteplici: dai disagi interni fino a delle liti che creano delle spaccature tra i membri, così come, alcuni, decidono semplicemente di andare e proseguire come solisti o prendere del tempo per loro. Purtroppo, i certi casi, la sostituzione di un membro avviene per motivi più gravi, come la sua morte. Ecco qui oggi cinque band che hanno sostituito il loro cantante e che hanno ottenuto un grande successo.

AC/DC

Questo è, purtroppo, uno di quei casi limite che comprende la morte del cantante e dunque la successiva sostituzione. I più appassionati e i più informati sapranno che Bon Scott morì a causa di forti problemi con l’alcolismo e che fu in grado di segnare un grade e corposo capitolo nella storia del gruppo, sebbene non abbia avuto molto tempo. Bon Scott – caso del destino – aveva parlato molto bene del cantante Brian Johnson dopo averlo visto esibirsi con la sua band Geordie. La band ha contattato Johnson, che ha fatto un’audizione due volte, per nominarlo ufficialmente il nuovo cantante degli AC/DC.

Pink Floyd

L’allontanamento di Syd Barret dal gruppo aveva creato una certa instabilità, anche perché il suo stile era molto marcato e aveva completamente segnato la band nel suo fare e nella sua espressione. Il suo primo album e la lieve collaborazione durante la stesura del secondo sono gli unici contributi del cantante alla band, nonostante sia sempre stato un punto di riferimento nella loro storia. Quando subentrò David Gilmour come cantante, però, la situazione cambiò notevolmente. Egli faceva già parte del gruppo, com’è noto, ma come chitarrista. Da quel momento in poi, la band avrà un assetto nuovo e l’influenza di Gilmour sarà più che chiara e udibile.

Dropkick Murphys

Formatisi nella seconda metà degli anni Novanta, la band porta avanti il sottogenere Celtic Punk. Durante la realizzazione di Do or Die, Mike McColgan, è stato il cantante principale. McColgan è stato rapidamente sostituito dal cantante dei The Bruisers Al Barr, poiché continuava a svanire o a non essere presente. Il nuovo cantante, come nei casi precedenti ha ampiamente contribuito alla rivisitazione del suono della band, aiutandola a crescere. Barr non ha cambiato stilisticamente la direzione della band. L’ha aiutata a diventare la versione migliore di se stessa.

Faith No More

Sebbene non mancassero i presupposti per una band di successo, anche in questo caso abbiamo un colpo di scena. Il cantante Mike Patton ha ufficialmente sostituito Mosely nel gennaio 1989. Entro due settimane dall’ingresso nella band, Patton aveva scritto i testi per ogni canzone che sarebbe apparsa nella loro più grande uscita di sempre, The Real Thing, che divenne poi disco di platino.

Black Flag

I Black Flag iniziarono con il cantante Keith Morris, che lasciò il gruppo nel 1979 e la band reclutò Henry Rollins nel 1981, visto che prima avevano optato per delle sostituzioni interne. Da qui, una serie di successi.

Articoli correlati

Condividi