R3M
LIVE

Cinque canzoni dedicate ad artisti defunti

Purtroppo, si contano diversi artisti che ci hanno lasciato prematuramente. Le cause sono svariate, ma poco importa. La morte porterà con sé tutti e, in fondo, il male non è tanto per chi va via, ma per chi rimane, per tutti coloro che avevano un legame più o meno profondo. Spesso la musica diventa una valvola di sfogo, anche solo ascoltandola, ma per questi musicisti vale il contrario. Hanno infatti dedicato delle canzoni a coloro i quali non ci sono più. Eccone cinque!

Friend of a Friend”

E’ una canzone scritta da Dave Grohl che ricordiamo essere l’ex batterista dei Nirvana. E’ ben noto come il leader, Kurt Cobain, abbia lasciato un po’ troppo presto questo mondo. La band si scioglierà poco dopo e tutti porteranno con sé il dolore di questa grave perdita. Tra questi, spicca sicuramente Dave Grohl amico e compagno di Kurt, che dopo tanti anni di silenzio, decide di dedicargli una canzone. Qui traspare il tempo assieme, ma anche la voglia di poterne passare altro. Ricorda i tempi passati, quando i Nirvana stavano per crescere, delle loro giornate assieme e dell’appartamento che condividevano in quel periodo.

Goodbye

Questa volta l’omaggio è da parte degli Slipknot. Gli artisti si sono sempre comportati come dei veri e propri fratelli tra di loro e quando tragicamente, nel 2009, Paul Grey morì di overdose, fu per tutti un durissimo colpo. Questa canzone è il loro tributo per la morte del bassista.

“To Live Is To Die”

L’artista coinvolto, in questo caso, faceva parte dei Metallica. Il bassista Cliff, infatti, stava diventano sempre più famoso e conosciuto. Il suo talento era e rimane innegabile, tanto che forse, diversi artisti dello stesso ambito aspirano proprio a fare tutto ciò che Cliff ebbe la capacità di realizzare il pochissimo tempo. Stava tutto procedendo bene, in verità, ma a causa di un incidente che vi fu durante un tour, Cliff perse la vita. Questa canzone è il modo e lo strumento per poter salutare il loro compagno.

In My Darkest Hour”

Ad essere coinvolto, nuovamente Cliff Burton dei Metallica, il quale sembra aver lasciato un grande vuoto nella comunità degli artisti. Dave Mustaine dei Megadeth apprese la notizia con grande dolore e cercò di riversare tutto quello che provava in questa ballata. Un saluto proprio nelle corde di Cliff.

“Tearjerker”

Un altro doppione, potremmo dire, visto che questa canzone è stata scritta per Kurt Cobain dai red Hot Chili Peppers. Sebbene non ci siano stati forti legami diretti e personali tra Kiedis e Cobain e, sebbene la band abbia affrontato non pochi problemi – ricordiamo l’allontanamento di Frusciante – Anthony ha sentito il bisogno di celebrare chi, secondo lui, pur avendo tanta oscurità nella sua storia, ha portato tanta luce alla musica.

Articoli correlati

Condividi