gtag('config', 'UA-102787715-1');

26 Novembre 1988: il giorno in cui i Pink Floyd vennero spediti nello spazio

Che la musica dei Pink Floyd sia risuonata ovunque e in ogni angolo del pianeta è un fatto noto. Ma la formazione britannica riesce in un’impresa ancor più eccezionale. La musica di David Gilmour e soci è arrivata persino nello spazio. Nel 1988 la navicella franco-sovietica Soyuz TM-7 parte infatti in direzione della stazione spaziale MIR. L’equipaggio a  bordo decide di portare con sé la cassetta di un album dei Pink Floyd da ascoltare durante il viaggio. Quale scelta migliore?

Il periodo post-Roger Waters

Nel Dicembre del 1985 Roger Waters – fino a quel momento alle redini dei Pink Floyd – comunica la sua decisione di abbandonare il gruppo. “Eravamo consapevoli che prima o poi Roger sarebbe andato via – commenta Nick Masonsia io che David Gilmour ci aspettavamo questo momento già da tempo e sapevamo che saremmo comunque andati avanti”. E in effetti i Pink Floyd vanno avanti, aggiudicandosi – dopo una breve battaglia legale – il diritto di portare avanti il nome originario della formazione. Roger Waters li definisce “uno spreco di tempo” e pensa – probabilmente – che senza di lui le cose non avranno seguito.

Nel 1985 invece inizia l’era di David Gilmour. Senza la composizione e la scrittura di Waters, i restanti membri dei Pink Floyd si affidano a parolieri esperti e nel 1987 esce A Momentary Lapse of Reason. L’album si piazza alla posizione numero 3 sia in Inghilterra che negli States. Le complesse e architettoniche parti strumentali portano chiaramente la firma di David Gilmour. Dopo questa pubblicazione i Pink Floyd partono per un tour tra il 1987 e il 1989, registrando ovunque il tutto esaurito. Durante questo periodo viene inciso – dal vivo – l’album Delicate Sound of Thunder. 

Delicate Sound of Thunder

Nel 1988 i Pink Floyd di David Gilmour pubblicano il primo disco registrato dal vivo dopo Ummagumma. Nel periodo post-Waters – e durante il tour per la promozione di A Momentary Lapse of Reason David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason continuano a fare il tutto esaurito dovunque vadano. La prima parte di Delicate Sound of Thunder si compone essenzialmente di brani nuovi – esemplificativi del distacco concettuale e sonoro da Roger Waters. Mentre la seconda ripropone i brani classici della formazione storica.

I Pink Floyd nello spazio

Delicate Sound of Thunder – rilasciato nel 1988 – è un album interessante sotto molti punti di vista. Innanzitutto abbiamo detto che è il primo lavoro dal vivo dei Pink Floyd dai tempi di Ummagumma. Inoltre, sebbene la seconda parte riproponga brani storici della band, nella prima si continua a sottolineare l’allontanamento dalla guida di Roger Waters. Infine, Delicate Sound of Thunder è il primo disco della storia ad essere stato suonato nello spazio aperto. Il 26 Novembre 1988 infatti, la navicella franco-sovietica Soyuz TM-7 viene lanciata nell’etere in direzione della stazione spaziale MIR. L’equipaggio decide di portare sulla navicella una cassetta del nuovo album dei Pink Floyd e lo suona in orbita. La musica di David Gilmour e soci viene poi lasciata sulla stazione di MIR al momento del ritorno sulla terra. Fun Fact: David Gilmour e Nick Mason assistono al lancio di Soyuz e registrano il rumore della navicella che decolla, per futuri progetti musicali.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.