gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 rockstar (che non ti aspetti) che hanno recitato in un film horror

E’ incredibile quanto – molto spesso – il mondo del rock e il mondo del cinema vadano di pari passo. In particolare le pellicole horror sono amate e grande fonte di ispirazione per i cantanti e i musicisti. Dall’estetica alla spettacolarizzazione dei concerti. Dai testi delle canzoni al sound. Gli Slipknot ad esempio sul palco indossano maschere ispirate a grandi film horror. Ozzy Osbourne – chiamato emblematicamente il Principe delle Tenebre – ha sempre amato stupire e scandalizzare. Così come Marilyn Manson o Alice Cooper. Non c’è quindi da stupirsi se molti nomi noti della musica – e anche moltissimi insospettabili –  abbiano recitato in un film horror.

Roger Daltrey: “The Legacy” (1978)

Partiamo con un nome che forse non ci si aspetta in questa classifica. Le circostanze del come e del perché il cantante degli Who si sia trovato a recitare in un film horror sono alquanto singolari. C’è da dire che Roger Daltrey era già apparso in due film – diretti da Ken Russell – prima di “The Legacy”. In “Tommy” nel 1975 e in “Lisztomania” nel 1977. Il cantante riesce a imbucarsi – letteralmente – anche nel terzo perché offre la propria casa per una delle ambientazioni del film – a patto di entrare nel cast. Il suo personaggio muore – soffocato da un osso di pollo – dopo un tracheotomia non riuscita.

Sting: “The Bride” (1985)

Anche il frontman dei PoliceSting – è comparso come attore in una pellicola horror. Nel 1985 il regista Franc Roddam decide di girare il remake di “Bride of Frankestein”, del 1935. Sting viene scelto per interpretare il Dottor Charles Frankestein – che riesce a riportare Eva alla vita.

Tom Waits: “Bram Stoker’s Dracula” (1992)

L’adattamento cinematografico del Dracula di Bram Stoker – girato da Francis Ford Coppola nel 1992 – vede una star d’eccezione nel proprio cast. Il grande cantautore e bluesman americano Tom Waits veste infatti i panni di R.M. Renfield – paziente di un istituto psichiatrico e schiavo di Dracula. Renfield si offre al vampiro di Stoker come fonte di sangue in cambio di insetti, uccelli e ratti da mangiare. Se tutto ciò non fosse già abbastanza grottesco, nella pellicola si vede chiaramente il cantante mettere gli insetti vivi in bocca. Più tardi dirà di non averli feriti con i propri denti.

Jon Bon Jovi: “Vampires Los Muertos” (2002)

“Vampire Los Muertos” – del regista Tommy Lee Wallace – esce nel 2002, come seguito di “Vampires” del 1998. Nella pellicola un insospettabile Jon Bovi Jovi interpreta il cacciatore di vampiri Derek Bliss. Sandy King – produttrice della pellicola – pensava che Jovi avesse più l’aspetto di un “surfista del New Jersey” piuttosto che di un ammazza mostri. E come darle torto! Tanto più che il suo personaggio ama effettivamente fare surf e lo preferisce di gran lunga ad inseguire in lungo e largo vampiri.

Chester Bennington: “Saw 3D: The Final Chapter” (2010)

Non bisogna andare troppo indietro nel tempo per trovare l’esibizione del cantante dei Linkin Park nel capitolo finale della saga di Saw. Ma com’è finito Chester Bennington nel cast? In un’intervista il cantante elogiò ampiamente la pellicola originale del 2004 definendolo “il più grande film horror di tutti i tempi“. Il produttore del franchise Mark Burg – che casualmente abitava vicino ad un compagno di band di Bennington – ascoltò l’intervista e prese il frontman nel cast. Nel film del 2010 – “Saw 3D: The Final Chapter” – si può vedere il cantante dei Linkin Park vestire i panni di un neo-nazista.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.