gtag('config', 'UA-102787715-1');

Tanti auguri Sting: qual è la vera origine del suo nome?

Noto ai più semplicemente come Sting, Gordon Matthew Thomas Sumner nasce a Wallsend – nel Regno Unito – nel 1951. Si conquista negli anni una carriera da grande cantautore, polistrumentista e attore – agli esordi nei Police e poi consolidatosi in una carriera solista. Sting è sicuramente uno dei musicisti più prolifici e iconici del panorama musicale britannico. Il cantante ha venduto oltre 100 milioni di dischi in tutto il mondo – sia nei Police che da solo. Per celebrarne il compleanno e augurargli tanti auguri, vogliamo parlare della vera origine del suo nome. Da dove nasce e deriva infatti Sting?

Sting: gli esordi e i Police

Gordon Matthew Thomas Sumner – in arte Sting – nasce nel 1951 da una modesta famiglia britannica. L’improvviso licenziamento del padre, indebolisce fortemente le finanze dei Sumner e spinge il giovane Gordon a cercare lavoretti saltuari, per barcamenarsi fino alla fine del mese. La sua vera ambizione tuttavia è sfondare nel campo musicale – un settore dove migliaia di artisti si ritrovano a fare la fame senza mai sfondare sul serio. Gordon ha dalla sua un talento naturale, qualche insegnamento di pianoforte e abilità di basso e chitarra.

Prima di raggiungere la fama grazie ai Police fonda un gruppo proprio: i The Phoenix Jazzplayers. E’ in quel periodo che qualcuno gli affibbia il nome Sting. E sempre in quel periodo lascia stare la chitarra – con la quale suonava la musica del periodo, dai Beatles ai Rolling Stones – per imbracciare il basso, più congeniale al jazz. Dopo altre due formazioni – i Newcastle Big Band che diventeranno poi i Last Exit – Sting incontra Copeland e Padovani, con i quali mette assieme il primo embrione dei futuri Police.

La vera origine del nome Sting

Il nome Sting nasce dunque nel periodo in cui Gordon Sumner milita nei The Phoenix Jazzplayers. La formazione è una presenza costante nel pub Wheatsheaf. Proprio lì qualcuno lo chiama per la prima volta con il nome con il quale sarebbe passato alla storia. “C’era un trombonista che mi trovava simile ad un calabrone – racconta l’ex Police stesso – con la mia maglia di calcio a righe gialle e nere. Iniziò a chiamarmi Stinger che poi abbreviò in Sting. Al pubblico piaceva così mi tenni questo nome.

Gordon Sumner inizia dunque la propria carriera nei piccoli pub della provincia britannica, conquistandosi un soprannome che non lo avrebbe più abbandonato. La transizione dai The Phoenix Jazzplayers e dal jazz fino ai Police è graduale. La band inglese dominerà poi la scena musicale per tutti gli anni ’70 e ’80 configurandosi come una delle formazioni più iconiche e influenti del rock. Tra il 1985 e il 1986 tuttavia, Sting decide di intraprendere una carriera solista, spinto da un desiderio di maggiore autonomia artistica e musicale.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.