gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, la storia della canzone che George Harrison scrisse con Eric Clapton

Nell’immaginario collettivo e nella cultura di massa, i Beatles vengono soprattutto identificati nei suoi due membri più iconici: Paul McCartney e John Lennon. I due costituivano infatti uno dei duo compositivi più brillanti e prolifici della musica internazionale. Gli altri due Fab Four sono stati spessi oscurati o sottostimati rispetto al bassista e al chitarrista. In particolare George Harrison che – verso la fine degli ani ’60 – soffriva talmente tanto di questa situazione da decidere di collaborare con Eric Clapton e i suoi Cream.

CREAM, STORIA  E FORMAZIONE DELLA BAND DI ERIC CLAPTON

I Cream sono stati una rockband britannica attiva solamente dal 1966 al 1969. Nonostante il breve lasso di tempo la formazione è riuscita a influenzare profondamente altri artisti noti del panorama artistico, tra i quali Jimi Hendrix, i Queen, i Black Sabbath e i Van Halen. Oltre a questo merito, i Cream sono stati il primo power trio ad avere un considerevole successo – con l’unione del talento di Eric Clapton, Jack Bruce e Ginger Baker.

In soli tre anni di attività, Clapton e soci sono riusciti a comporre e pubblicare tre album. Dopo lo scioglimento nel 1969 ogni membro della formazione britannica ha preso strade molto diverse. Il primo diventerà uno dei chitarristi e musicisti più apprezzati di sempre, con successi come Cocaine, Wonderful Tonight e Layla. Jack Bruce si dedicherà alla musica jazz. E infine Ginger Baker alla fusion e alla world music.

GEORGE HARRISON, LA COLLABORAZIONE CON I CREAM

Le carriere di George Harrison e dei Cream si incrociano nel 1968, due anni prima dello scioglimento dei Beatles e ad un anno di distanza soltanto dall’allontanamento di Eric Clapton e soci. Nonostante Harrison continui a scrivere canzoni per i Fab Four sente che il suo talento non è stimato abbastanza. Paul McCartney e John Lennon hanno decisamente in mano le redini della band.

Così nel 1968 durante un viaggio in America decide di suonare con l’amico Eric Clapton. Dalla collaborazione con l’autore di Cocaine nascerà proprio una canzone, destinata a confluire nell’ultimo album dei Cream: Goodbye del 1969. Sebbene Harrison non compaia nei crediti, contribuì anche alla parte musicale del pezzo con la sua chitarra ritmica.

BEATLES, L’AMICIZIA TRA ERIC CLAPTON E GEORGE HARRISON

L’amicizia tra George Harrison e Eric Clapton era così forte alla fine degli anni ’60 che il primo aveva addirittura invitato il secondo a suonare la chitarra nella sua canzone While My Guitar Gently Weeps. Pezzo che, come è noto, Harrison aveva scritto per il White Album dei Beatles. E quando a Clapton servì il suo aiuto per il proprio album, il Fab Four fu pronto a ricambiare il favore.

“Ho aiutato Eric con Badge, sapete – avrà a dire infatti George Harrison nel 1977, in un’intervista riportata anche da Cheatsheetognuno di loro doveva comporre una canzone per Goodbye ma Eric ancora non aveva scritto nulla”. Alla canzone è legato anche il curioso aneddoto a proposito del titolo, a quanto pare frutto di un’incomprensione. “Stavamo scrivendo le parole – continuò a svelare Harrison e siamo arrivati alla parte centrale, così io ho scritto Bridge. Eric l’ha letto al contrario ed è scoppiato a ridere. “Cos’è Badge?” mi ha chiesto”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.