gtag('config', 'UA-102787715-1');

Eric Clapton, la nascita di Wonderful Tonight e l’esibizione con Pino Daniele (VIDEO)

Nel Maggio 1977 viene pubblicato Wonderful Tonight, brano di Eric Clapton contenuto nell’album Showhand. Assieme a Cocaine è uno dei pezzi di maggior successo dell’artista, nonché uno dei più rivisitati e replicati nella storia della musica. La vicenda dietro l’origine e la nascita di Wonderful Tonight è legata a doppio filo alla vita personale di Clapton. Il motivo dell’ispirazione di questa bellissima canzone d’amore è narrato nella biografia di Eric Clapton, così come in quella di Pattie Boyd, allora moglie del cantante. Il singolo è una ballata soft rock scritta in soli 10 minuti e diventata una delle più iconiche della musica internazionale.

La nascita di Wonderful Tonight: a chi è dedicata?

La sera del 7 Settembre 1976 – come raccontano Eric Clapton e Pattie Boyd nelle loro rispettive biografie – i due coniugi avrebbero dovuto presenziare ad una festa in onore di Buddy Holly, nella casa di Paul McCartney e consorte. Pattie però ci sta mettendo davvero troppo a prepararsi. E’ indaffarata tra trucco, capelli e vestiti mentre Eric Clapton è pronto ad uscire da molto tempo. Per ingannare l’attesa prende la chitarra e inizia a strimpellare qualche nota. Ad un tratto, spazientito, sale in camera della moglie e le dice: “Ascolta sei meravigliosa, ok? Per favore, non cambiarti più! Dobbiamo andare o faremo tardi!”.

L’essenza di Wonderful Tonight è già tutta in quelle parole, un canto d’amore spontaneo alla donna che si ama. “It’s late in the evening; she’s wondering what clothes to wear / She puts on her make-up and brushes her long blonde hair / And then she asks me, Do I look all right? / And I say, “Yes, you look wonderful tonight”. Una volta tornato al piano di sotto Clapton prende di nuovo la sua chitarra e, in un misto di nervosismo e frustrazione, viene colto dall’ispirazione. Scrive Wonderful Tonight in soli 10 minuti. La canzone è scritta di getto ma non convince il cantante, che pensa quasi subito di scartarla. Dopo averla suonata intorno ad un falò, a casa di Ronnie Wood, il responso di Pattie e dello stesso Roonie lo convincono. Eric Clapton tiene il brano che finisce nel famoso album Showhand del 1977.

In poco più di 10 minuti Eric Clapton scrive uno dei brani d’amore più intensi di sempre. Un pezzo che trova la sua bellezza nella natura dell’amore di cui parla. Un sentimento che, anche quando intriso di nervosismo o agitazione, ci ricorda la bellezza della persona che amiamo. Wonderful Tonight è un brano semplice, senza parole complesse o decorazioni artificiose, proprio come dovrebbe sempre essere l’amore. “I feel wonderful because I see / The love light in your eyes / And the wonder of it all / Is that you just don’t realize how much I love you”.

Eric Clapton e Pino Daniele: quando cantarono insieme Wonderful Tonight

“Se a me me piace o’ blues è anche, se non soprattutto, perché esiste Showhand” disse Pino Daniele, parlando del famoso album di Eric Clapton, pubblicato nel 1977. I due bluesman si sono incontrati e hanno condiviso il palco per ben due volte, scrivendo un capitolo emozionante della storia della musica. Prima Clapton in persona invitò Pino Daniele al Crossroads Guitar Festival a Chicago, per l’edizione del 2010. L’evento, organizzato da Clapton, ha raccolto sul palco i più grandi chitarristi mondiali. Un anno dopo, il 24 Giugno 2011, a Salerno i due divisero la scena per raccogliere fondi per i bambini malati di cancro. L’evento, intitolato Concerto for Open Onlus – In Aid of Children, ha devoluto il denaro per una macchina per il centro di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Pausilipon di Napoli.

Pino Daniele e Eric Clapton, per l’occasione, si sono esibiti sia separatamente che insieme. La tracklist conteneva pezzi iconici di entrambi – compresa Wonderful Tonight. “Che cosa faremo insieme non lo sappiamo ancora […] sembriamo due bambini scatenati, anche se non abbiamo più l’età – aveva detto Pino Daniele, prima di salire sul palco con Clapton – Ma, soprattutto, la voglia di fare musica e basta […] Non sapete come mi sento privilegiato: suono con Eric Clapton e faccio qualcosa di utile alla mia città, di questi tempi cosi scamazzata”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.