gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May: “Frank Zappa mi ha dato un consiglio per Killer Queen”

Negli ultimi tempi, il leggendario chitarrista dei Queen, Brian May sta offrendo le sue doti per allietare i suoi fan attraverso video lezioni e micro concerti su Instagram. L’ultimo video registrato da Brian, ormai settantaduenne, l’ha visto suonare l’iconico assolo di Killer Queen. Nel filmato, May ha commesso un errore verso la fine. Riflettendo sulla sbavatura finale, il chitarrista ha scritto: “Dovreste sapere che gli errori sono parte integrante dell’identità di un artista”.

La leggenda dei Queen ha ricordato una conversazione avuta con il collega Frank Zappa, durante la quale, il Leader dei Mothers ha dato un importante consiglio a May, che scrive: “Posso affermare di aver suonato una leggera variante dell’assolo di Killer Queen. Frank Zappa una volta mi ha detto che non c’è cosa più appropriata di un errore per rimarcare l’unicità dei propri lavori. In fin dei conti, chi direbbe mai che si tratti di uno sbaglio?!”

Brian May ha aggiunto: Il mio consiglio per ognuno di voi è di tenere alto il morale con una buona dose di senso dell’umorismo. Ne avremo bisogno tutti vista la condizione nella quale ci troviamo”. Dopodiché, il mitico eroe della sei corde si è gentilmente congedato dai suoi fan scrivendo: “Finisce qui il sesto o settimo appuntamento delle nostre micro conversazioni. Buonanotte amici, o buongiorno a seconda di dove viviate, Bri”.

Frank Zappa era un compositore polistrumentista, meglio conosciuto per essere il Leader dei Mothers Of Invention.  Zappa, è deceduto a soli 52 anni, nel 1993, vittima del cancro. Durante l’ultima esibizione di Brian May online, il chitarrista ha proposto il classico dei Queen Keep Yourself Alive, dedicandolo all’attuale vocalist dei Queen, Adam Lambert, complimentandosi con lui per il lavoro svolto con la band.

Roger Taylor come Brian May si esibisce sui social

Mentre Brian May continua a strabiliare i propri fan, rivisitando i classici senza tempo della band un tempo capitanata dall’immenso Freddie Mercury, per allietare le giornate dei suoi milioni di fan in tutto il mondo, attanagliate dall’imperversante emergenza sanitaria; il batterista e compagno di band Roger Taylor ha scelto di non tirarsi indietro, offrendo anche ai suoi fan una serie di mini spettacoli alla batteria.

Anch’egli settantaduenne, Roger Taylor ha, più volte, dimostrato di non aver affatto perso smalto, in musica come nella vita. Il mitico batterista dei Queen ha deciso di osservare un tributo al compianto collega John Bonham, batterista dei Led Zeppelin, deceduto nel 1980. Taylor ha aperto uno dei suoi video con una cover di Immigrant Song, descrivendola come una “vecchia cosa nello stile di John Bonham”.

Successivamente, Roger Taylor ha espresso la sua ammirazione per John Bonham, scrivendo: “Un batterista immenso. Sapeva realmente ciò che faceva”. Non è la prima volta che i membri dei Queen esplicano il loro amore per la musica  dei Led Zeppelin. Nel corso degli ultimi concerti, infatti, la band ha scelto di aggiungere alcuni brani dei Led Zeppelin in scaletta. I Queen si sono esibiti con l’intramontabile Whole Lotta Love e, hanno dimostrato una spiccata propensione verso la reinterpretazione dei classici suonando anche Heartbreak Hotel di Elvis Presley.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)