gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May: “Per suonare la chitarra invece del plettro uso una…”

Brian May è recentemente tornato sotto la luce dei riflettori per essere stato eletto come il miglior chitarrista di tutti i tempi dai lettori della rivista Total Guitar. Fino a poche settimane fa le prime tre posizioni erano immancabilmente occupate da mostri sacri e virtuosi della chitarra. Ovvero Jimi Hendrix, Jimmy Page e Eric Clapton. Ma ad oggi, con il trofeo in mano, lo storico chitarrista dei Queen ha svelato il segreto del particolare suono del suo strumento.

BRIAN MAY, IL PASSATO CON FREDDIE MERCURY E I QUEEN

Prima di passare a parlare del segreto musicale di Brian May, vediamo cosa ha detto il chitarrista a proposito degli anni trascorsi accanto a Freddie Mercury e ai Queen. Come riportato da Ultimate Guitar, il musicista ha riflettuto sul background culturale e artistico con il quale la formazione britannica è venuta in contatto agli esordi.

“Credo che abbiamo imparato dai migliori. – ha esordito May siamo stati fortunati da ragazzi. Abbiamo assistito a quell’esplosione di rock ‘n’ roll, ma c’era uno scenario così ampio in ambito musicale. Quindi da ragazzi abbiamo ascoltato molta musica classica perché passava alla radio, e anche i primi esempi di music hall e skiffle e io ero particolarmente attento al lato compositivo di quei lavori”.

BRIAN MAY E LE DICHIARAZIONI SUI PROPRI ASSOLI

Brian May è certamente stato eletto il miglior chitarrista di tutti i tempi anche per la natura indimenticabile e leggendaria dei suoi assoli. Anche se, dopo aver appreso del titolo assegnatogli, ha tenuto a precisare che non si riconosce nel ruolo di virtuoso della chitarra. Come gli altri mostri sacri dello strumento: Jimi Hendrix, Jimmy Page e Eric Clapton. Ma qual è la caratteristica principale dello stile e degli assoli di May?

“Mi piace essere melodico – ha detto il chitarrista dei Queen + Adam Lambert come riportato da Ultimate Guitarsi, mi piace. […] Quando lavoravamo con Freddie, la maggior parte del tempo me ne stavo lì a dirigerlo, ero la persona sulla quale poteva contare mentre cantava. E molto spesso, lui si sedeva con me e faceva la stessa cosa quando io lavoravo alla chitarra”.

IL SEGRETO DEL SUONO DELLA CHITARRA DI BRIAN MAY

Dopo tutte queste riflessioni sulla natura della propria musica e sul periodo passato accanto a Freddie Mercury e ai Queen, Brian May ha svelato il segreto finale del particolare suono della sua chitarra. Ovvero utilizzare una moneta da sei penny al posto del plettro.

“Usavo tutto quello che avevo a disposizione. All’inizio usavo qualcosa di morbido ha raccontato il chitarrista – […] Poi ho scoperto che preferivo suonare con qualcosa di più rigido […] E un giorno ho preso una moneta che per caso era da sei penny e ho scoperto che mi dava tutto ciò di cui avevo bisogno…e anche di più, davvero, perché puoi suonare con gli angoli e ottenere una sorta di suono raschiato […] Ma se la suoni parallelamente alle corde, ha un suono molto liscio e morbido”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.