18 January, 2021, 00:47

Le più belle canzoni di Michael Jackson da dedicare a un amico

Michael Jackson non ha bisogno di lunghe presentazioni. Artista poliedrico, incoronato re del pop, vanta ancora oggi dopo più di dieci anni dalla sua morte continui record di vendite. Si continua a parlare di Jackson, ad ascoltarlo, a riflettere e speculare anche sulla sua persona e sul suo personaggio. Certo è che un artista simile non esisterà mai più, eccezionale nel ballo, originale nella musica e dai contenuti vari e sempre molto curati. Un perfezionista per natura, a livelli paradossali ed ossessivi, che non era mai soddisfatto del suo lavoro (nemmeno di Thriller, fino alla fine). Nelle sue canzoni ha trattato vari temi. Oggi vogliamo proporre quei brani di Michael Jackson che potremmo dedicare ad un amico.

Ben

Tratto dall’omonimo album, questo brano Michael Jackson non lo canta per un amico qualsiasi, ma per un topo. Fu infatti la colonna sonora del film horror Ben, in cui un ragazzino è amico proprio di un topo. Viene ricordata per essere stata anche la canzone di una delle prime esibizioni del giovane Michael senza i Jackson 5, proprio agli Oscar a cui era stato candidato il brano come Miglior Canzone. Spogliata dal suo contesto, Ben è una traccia che ci parla d’amicizia e di reciproco affetto. Può quindi essere tranquillamente dedicata ad un amico.

Will you be there

In Italia questa canzone è famigerata in quanto fu l’oggetto del contrasto tra Jackson e Albano, che lo accusò di plagio. Nonostante ciò che spesso il cantante nostrano dichiara, però, la causa per plagio fu solo in un primo momento a suo favore, mentre in seguito la perse, in quanto fu appurato che entrambi si erano ispirati ad una melodia senza copyright. Al di là di queste vicende, Will you be there è una canzone di fratellanza e di amicizia, che rientra tra i lavori “umanitari” del re del pop.

I’ll be there (Jackson 5)

Non propriamente un brano del solo Michael Jackson, visto che venne eseguito con i fratelli. Cavallo di battaglia dei Jackson 5 – come ci suggerisce il titolo – I’ll be there punta l’accento sulla presenza che è necessaria avere quando si vuole bene a qualcuno. Jackson, ancora un bambino, canta dolcemente che ci sarà per la persona che ama. Il riferimento all’amore non ci impedisce di considerare questo brano come una bellissima dichiarazione d’amore universale e non solo propriamente tra innamorati.

You are not alone

In questo pezzo Jackson mise tutta la sua frustrazione per quanto riguarda la solitudine data dalla popolarità. Celebre è il video ufficiale, dove lo vediamo con l’allora moglie Lisa Marie Presley in scene anche di semi-nudo, ma anche mentre in solitudine ha di spalle fotografi e mass media. “Non sei da solo, ci sono io con te”, dice il ritornello. Una bellissima dedica da fare a chiunque, quindi perché no? Anche ad un amico.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano", una raccolta di racconti dal titolo "Dipinti, brevi storie di fragilità" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical. (silviargento97@gmail.com)