gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni più energiche dei Metallica

Dal 1981 ad oggi i Metallica sono diventati una delle band più apprezzate e iconiche del panorama musicale. Partita come una delle Big Four del Thrash Metal, la formazione statunitense ha nel tempo ampliato il proprio repertorio musicale. Da pezzi veloci, aggressivi ed energici, James Hetfield e soci sono passati a melodie più semplici e a tematiche, di contro, più socialmente impegnate e sociali. In questa vasta ed eterogenea discografia, scopriamo oggi le canzoni più energiche dei Metallica.

MASTER OF PUPPETS, MASTER OF PUPPETS, 1986

Al primo posto di questa classifica sulle canzoni più energiche dei Metallica troviamo Master of Puppets, singolo estratto dall’album omonimo rilasciato il 3 Marzo del 1986. La canzone in questione è stata eletta come il terzo miglior brano heavy metal da VH1.

Per quanto attiene più propriamente al significato della canzone, Master of Puppets è stata al centro di numerose interpretazioni e controversie. Secondo alcuni il brano andrebbe interpretato nel contesto dell’abuso di droghe e sostanze stupefacenti. Tesi avvalorata da James Hetfield stesso che, nel DVD Live Shit: Binge & Purge del 1993, punta il dito sul brano sinistro dicendo “Dai cara, manipolami“. Per altri invece, il titolo suggerirebbe il riferimento a temi politici o letterari, come a quelli dello scrittore Howard Phillips Lovecraft.

ENTER SANDMAN, METALLICA, 1991

Al secondo posto di questa breve classifica sulla band di James Hetfield troviamo Enter Sandman, pubblicato il 29 Luglio 2001 come primo estratto del quinto lavoro discografico omonimo dei Metallica. Con un avvio progressivo e graduale, Enter Sandman esplode poi letteralmente in un ritornello che la rivista New Musical Express ha eletto come il più energico di tutti i tempi.

La musica del primo estratto di Metallica venne composta congiuntamente da Kirk Hammett, James Hetfield e Lars Ulrich. Mentre il testo, che parla e indaga le paure che affliggono un bambino, è opera del solo cantante. Il Sandman del titolo è una figura tipica dei paesi anglosassoni alla quale – nella terza parte della canzone – Hetfield e un bambino recitano una preghiera.

SEEK AND DESTROY, KILL ‘EM ALL, 1983

Arriviamo velocemente al terzo posto dove troviamo Seek and Destroy, nona traccia del primo album in studio dei Metallica: Kill ‘Em All. Si tratta di uno dei brani più conosciuti e apprezzati della band tanto da essere proposta nei loro concerti a partire dal loro debutto. E ne è diventata la traccia di chiusura dal Madly in Anger with the World Tour.

La tematica di Seek and Destroy è molto forte e potente dato che tratta del bisogno di uccidere, non in modo indiscriminato ma contro chiunque lo meriti. Lars Ulrich avrà a dire che il brano venne ispirato principalmente dai Diamond Head con la loro Dead Reckoning.

FUEL, RELOAD, 1997

All’ultima posizione di questa classifica sulle canzoni più energiche dei Metallica, troviamo un pezzo tratto dall’album del 1997 ReLoad. Parliamo di Fuel composta da James Hetfield, Lars Ulrich e Kirk Hammett. La canzone è energica anche dal punto di vista tematico, dato che parla del brivido che si prova alla guida di auto veloci e nella gare automobilistiche.

“Dobbiamo suonare Fuel. Mi carica di brutto” disse Hetfield prima di un concerto ad Oakland, confermando che si tratti di una delle sue canzoni preferite. Un’altra interpretazione del brano di ReLoad invece, crede che parli dei problemi personali del gruppo. In particolare Fuel potrebbe far riferimento al problema di James Heftield con l’alcol.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.