gtag('config', 'UA-102787715-1');

i 4 vantaggi che hai se sei un chitarrista

Le ricerche scientifiche e antropologiche in ambito musicale sono moltissime. Chi si è concentrato sull’individuazione di determinate caratteristiche fisiche o strutturali di certi cantanti. Basti pensare ai numerosi studi condotti per capire l’unicità di un timbro vocale come quello di Freddie Mercury. Chi analizza l’incidenza dei decibel sull’organismo umano. E chi, ponendosi da una prospettiva più sociologica, valuta le ripercussioni di certa musica o certi strumenti sulla vita delle persone. Ma al di là di queste indagini tecniche – a livello pratico, ad esempio – quali vantaggi ha un chitarrista rispetto a tutte le altre persone?

MUSICA, I VANTAGGI CHE UN CHITARRISTA HA RISPETTO A TUTTI GLI ALTRI

Le considerazioni sull’argomento sono piuttosto intuitive ma con risultati considerevoli. Un incentivo soprattutto, per chi magari si è domandato se iniziare o meno a suonare la chitarra. Analizzando varie situazioni sociali e antropologiche, è innegabile infatti che chi maneggia questo strumento ha dei vantaggi rispetto ad una persona che non ne è capace. Andiamo a vedere più nel dettaglio questi fattori.

LE OCCASIONI CON GLI AMICI, PERFETTE PER SUONARE LA CHITARRA

La prima cosa da considerare è che – una volta acquisite le basi – se ne può fare sfoggio con gli amici, in situazioni di aggregazione e festa. Anche un chitarrista alle prime armi, che abbia imparato pochi accordi, può mettersi in mostra e intrattenere le persone attorno a sé. Un elemento che, in questo periodo di quarantena e pandemia da Covid-19, abbiamo visto essere risultato molto utile.

Basti pensare ai tanti giovani che – dalla distanza del loro balcone o delle loro terrazze – hanno strappato un sorriso ai vicini suonando qualche pezzo famoso. Come il ragazzo che si è esibito nel riff di Raining Blood degli Slayer. O l’altro che ha suonato We Will Rock You dei Queen. O ancora – il giovane di piazza Navona – che ha eseguito alla chitarra elettrica un brano di Ennio Morricone.

POSSIBILITA’ DI ENTRARE IN UNA BAND O IN UN GRUPPO

Si sa, uno dei maggiori vantaggi di suonare uno strumento è quello di avere la possibilità di incontrare persone con la stessa passione – con le quali magari fondare una band. I più grandi gruppi della storia, sono magari nati dall’idea di amici di lunga data, che si ritrovavano nel proprio garage per provare. Basti pensare ai Red Hot Chili Peppers o ai Queen.

Inoltre – seguendo l’esempio di molti chitarristi con doti compositive – lo strumento offre anche la possibilità di fare due cose contemporaneamente. Ovvero suonare e cantare. I cantautori sono forse una spanna sopra gli altri, sia che lo si faccia da solisti che all’interno di un gruppo.

CHITARRA: POPOLARITA’, SUCCESSO E AGGREGAZIONE

Infine, tra i tanti vantaggi evolutivi e sociali riscontrati nei chitarristi, c’è quello della popolarità. Imbracciare uno strumento sembra conferire una marcia in più negli ambienti sociali e di aggregazione. Le persone sono più interessate e incuriosite. Inoltre, alle feste o nei ritrovi, ci sarà sempre qualcuno che vorrà sentire una canzone o intonare qualche pezzo in compagnia.

Come non considerare – come fattore addizionale – che suonare uno strumento come la chitarra, offre la possibilità di dedicare pezzi o scrivere piccoli brani per qualcuno, che si vuole stupire in modo originale. La chitarra è un grande strumento, capace di attrarre gli altri, ma anche tenere compagnia nei momenti di solitudine.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.