Cinque compagni di band che si odiano

Chi l’ha detto che all’interno di una band i rapporti siano sempre e necessariamente idilliaci? Molto spesso, all’interno di una stessa formazione, le faide che sono venute a crearsi hanno portato a litigi, scissioni, offese e – addirittura – risoluzione dei problemi in tribunale. Insomma, il clima all’interno di alcune formazioni non è sempre stato quello che si immagina, a volte a causa di problemi prettamente artistici, altre volte per ritorsioni personali o familiari, in altre occasioni si ignorano i motivi. Vogliamo parlarvi, a questo punto, di cinque compagni di band che si odiano e che hanno dato vita, almeno una volta, a litigi e guerre.

Lars Ulrich & James Hetfield contro Jason Newsted

I litigi che si generarono tra Lars Ulrich e James Hetfield, contro Jason Newsted, erano originati essenzialmente da una mancata condivisione di interessi e progetti da parte delle tre diverse personalità. Se Lars Ulrich e James Hetfield volevano, dopo la morte di Cliff Burton, creare un clima perfetto che si basasse sulla coesione e sulla condivisione, Jason Newsted era solito portare avanti progetti solitari.

Per questo motivo, nonostante i 15 anni di permanenza nella band, il clima in ci si ritrovò Jason Newsted fu tutt’altro che idilliaco: i due leader della formazione recriminarono al bassista di non “farsi avvertire abbastanza” nell’album ...And Justice for All e, dopo 15 anni di mancata accettazione, Newsted fu licenziato dai Metallica. Le parti, comunque, sono rimaste in buoni rapporti tra di loro, ponendo fine ad un odio durato anni.

I fratelli Gallagher

A proposito di decenni, si può fare a meno di citare l’interminabile faida che ha visto protagonisti i fratelli Gallagher, e che ha avuto come conseguenza principale lo scioglimento degli Oasis? Quello dei due fratelli di Manchester è stato tra i più duraturi e violenti litigi che hanno interessato la storia del rock.

Dall’agosto 2009 in poi, quando ha avuto inizio la guerra tra fratelli, si sono moltiplicate accuse, offese, riferimenti a mogli e figlie e tanto altro ancora. Insomma, i buoni rapporti tra i due fratelli difficilmente si ristabiliranno, anche se in molti pensano che il grande litigio abbia anche e soprattutto un valore prettamente mediatico.

Beatles

Gli ultimi anni della carriera dei Beatles sono stati interessati da un odio totale e condiviso, che non ha lasciato spazio a una salvezza da parte della formazione, nonostante tutti i tentativi di ristabilire la calma e l’ordine nella band. 

I motivi che hanno portato alla guerra tra i Beatles sono molteplici, e in tanti hanno cercato di dimostrare la causa scatenante negli anni: dai motivi societari della Apple fino al ruolo sempre più preponderante di Yoko Ono, passando per due figure – quelle di Ringo Starr e George Harrison – che si consideravano marginali; insomma, ad un certo punto della loro storia, la separazione è stata l’unica scelta possibile per i Beatles.

Paul Simon e Art Garfunkel

A vederli insieme sui palchi sembra essere piuttosto particolare leggere i loro nomi, ma tra Paul Simon e Art Garfunkel c’era un odio reciproco e condiviso, l’unica cosa che riusciva a legarli davvero. Se la loro professionalità ha fatto sì che mai si potesse avvertire davvero sui palchi, le numerose dichiarazioni dopo lo scioglimento hanno portato a conoscere la verità tenuta nascosta: il duo di The Sound of Silence si basava su un incredibile e intenso odio.

Roger Waters e gli altri membri dei Pink Floyd

L’ultimo tra gli odi lo conosciamo tutti, anche perchè ha portato al progressivo disfacimento di una delle band migliori nella storia della musica. Il periodo in cui Roger Waters è stato sempre più centrale all’interno dei Pink Floyd ha avuto il suo culmine in The Wall: cause legali, licenziamenti e litigi continui sono stati la diretta conseguenza di una reazione da parte degli altri membri della band.

Finita qui? Assolutamente no, dal momento che le altre cause legali hanno riguardato l’attribuzione del nome Pink Floyd alla collaborazione tra David Gilmour e gli altri membri di una band che sembrava ormai avviarsi verso la fine. Nonostante le varie reunion, il clima di armonia dei primi anni non si è mai più ristabilito. 

Altri odi e storici litigi

Insieme ai primi cinque compagni di band che si odiano, non si può fare a meno di citare altri odi e litigi: Gene Simmons e Paul Stanley, Dave Mustaine e James Hetfield, Eddie Van Halen e tutti gli altri compagni di band, Axl Rose e Slash, Ozzy Osbourne e Tony Iommi, solo per citarne qualcuo. Insomma, tra membri della stessa band non sempre scorre buon sangue!

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.