Cover di Voodoo Child in una versione sorprendente (VIDEO)

Voodoo Child (Slight Return), celebre brano del chitarrista Jimi Hendrix, porta con se una storia incredibile. Uscito nel 1970, nell’album Eletric Ladyland, si tratta del brano più lungo mai registrato appartenente a Jimi Hendrix. In un video pubblicato su YouTube, possiamo ascoltare una cover di Voodoo Child in una versione mai sentita prima.

La storia di Voodoo Child

La storia del brano fa parte dello stile di vita del gruppo di Jimi Hendrix, The Jimi Hendrix Experience, caratterizzato da improvvisazione e passione per la vita. Molto spesso la band, durante le registrazioni dell’album Eletric Ladyland, usciva per esplorare New York City per cercare ispirazione e magari improvvisare qualche jam session con i musicisti del luogo. In una di queste “esplorazioni”, successivamente ad una jam session in un club, Jimi Hendrix invitò una ventina di persone nello studio di registrazione.

Con Mitch Mitchell, Winwood e Casady, Hendrix cominciò la registrazione di quella che sarebbe diventata Voodoo Chile, con gli invitati che presero parte al progetto come rumore della folla urlante. Come i protagonisti hanno raccontato, non c’erano spartiti o niente di scritto, un brano scritto improvvisando. Eddie Kramer, ingegnere del suono, non crede a questa versione. Hendrix era famoso negli studi di registrazione proprio per la sua preparazione meticolosa, infatti nella registrazione del brano si può ascoltare Hendrix avvisare Winwood per la sua parte di organo.

In soli tre tentativi, in cui Jimi mostrava agli altri quali erano gli accordi e alcuni passaggi chiave, venne creato questo lungo capolavoro inserito nell’album Eletric Ladyland. Soltanto il giorno successivo, riprovando il brano e con una troupe televisiva a riprendere, nacque Voodoo Child (Slight Return). Nell’album finirono sia quest’ultima che Voodoo Chile.

La cover di Voodoo Child: VIDEO


L’artista ad aver reinterpretato Voodoo Child è Luna Lee, famosa su Youtube per aver re-interpretato brani rock in chiave orientale. Lo strumento utilizzato, invece della stratocaster di Jimi Hendrix, è un Gayageum, strumento a 12 corde tradizionale della Corea. La cover è del brano “Voodoo Child: Slight Return”:

Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.