gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che David Bowie rubò a David Gilmour un ritratto di…

Non è un fatto raro che gli artisti e le rockstar che hanno fatto la storia della musica, fossero interessati all’arte a 360°. Pittura, composizione, scultura, letteratura si intrecciavano all’ambito strettamente musicale, dando vita ad un ventaglio di espressioni artistiche e culturali. E’ per questo che non suona troppo strano pensare a David Bowie e David Gilmour che partecipano ad un’asta di quadri a Portobello Road, a Londra. La cosa curiosa è piuttosto il ritratto che gli emissari del Duca Bianco riuscirono a soffiare allo storico chitarrista dei Pink Floyd.

DAVID BOWIE, L’ULTIMA APPARIZIONE IN GRAN BRETAGNA DEL DUCA BIANCO

Il 29 Maggio 2006 è una data sicuramente importante per tutti i fan e gli appassionati di musica e rock. Quel giorno infatti alla Royal Albert Hall David Gilmour invita sul palco David Bowie, per prendere il suo posto dietro il microfono. Quel giorno segnerà anche l’ultima apparizione live dei Duca Bianco nel Regno unito.

I due grandi interpreti si esibiscono in Comfortably Numb e Arnold Layne. La prima contenuta nell’album capolavoro The Wall, del 1979. La seconda invece, il primo singolo pubblicato dalla band inglese nel 1967.

SYD BARRETT, CARRIERA E ALLONTANAMENTO DAI PINK FLOYD

Il 1967 è un anno decisivo nella carriera dei Pink Floyd. La band britannica riesce a fare il proprio debutto proprio con il singolo Arnold Layne, scritto dal fondatore Syd Barrett. Mentre la fortuna e il successo iniziarono a sorridere a Roger Waters e soci, il frontman inizia ad affondare sempre più nei suoi problemi personali e nella sua dipendenza da LSD. Il suo comportamento sempre più imprevedibile e invalidante per i lavori con la band, spinge i Pink Floyd ad affiancargli il chitarrista David Gilmour.

Ciò che successe in seguito, come tutti sanno, è che Gilmour passò a sostituire lentamente Syd Barrett, sempre più assente, anche per un disturbo comportamentale non meglio compreso. Il chitarrista entrò ufficialmente nei Pink Floyd il 3 Gennaio del 1968. Circa tre settimane dopo, la band decise di non passare a prendere Barrett per un concerto a Richmond ed iniziò così il suo lento abbandono.

SYD BARRETT, IL RITRATTO CONTESO TRA DAVID BOWIE  E DAVID GILMOUR

Nonostante Syd Barrett si ripresenti ancora un paio di volte alle prove o agli show dei Pink Floyd, la band gli fa capire che non suonerà più con loro. Il cantante inizia a dedicarsi così alla propria carriera solista, salvo poi abbandonare definitivamente le scene musicali per rivolgersi alla pittura e al giardinaggio.

E’ proprio la pittura ciò che ha portato insieme David Bowie e David Gilmour a Portobello Road, a Londra, in occasione di un’asta di dipinti. Stando a quanto riportato da Rockol quel giorno, tra i tanti oggetti messi in vendita, si trovava anche un ritratto proprio di Syd Barrett dipinto da George Underwood. Gli emissari di entrambe le rockstar hanno messo in piedi una strenua lotta per aggiudicarsi la tela, acquistata infine dal Duca Bianco per un valore di circa 1300 sterline. Un oggetto sicuramente prezioso, soprattutto per la testimonianza di un brillante e lungimirante artista troppo spesso dimenticato.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.