David Gilmour avrebbe in mente un album inedito dei Pink Floyd…

David Gilmour ha sparato la bomba grossa, una di quelle che fanno veramente tanto tanto rumore nel mondo della musica. Oppure no e le sue parole sono state fraintese. Vediamo bene cosa ha detto e come interpretare le sue parole. Il cantante e storico chitarrista dei Pink Floyd David Gilmour, durante un’intervista per l’episodio numero zero del podcast dei Pink Floyd intitolato “The Lost Art of Conversation: A Pink Floyd Podcast“, ha discusso di The Endless River. Quest’ultimo è, ad oggi, l’ultimo album in studio della band britannica che ovviamente non vede la presenza di Roger Waters, bassista fuoriuscito nella metà degli anni Ottanta.

Possibile nuovo album dei Pink Floyd?

Il nostro ha parlato del processo di creazione dell’album in studio pubblicato nel 2014 The Endless River e di come lui, insieme al produttore Andy Jackson, volesse usare tracce inutilizzate che non erano state rilasciate per un motivo o per un altro. Gilmour ha velatamente fatto intendere che il prossimo album di inediti dei Pink Floyd uscirà, ma non si sa quando. Ha aggiunto che ci sarà effettivamente materiale passato e inedito quando la band aveva ancora David Wallace e il tastierista di Rick Wright. Ricordiamo che la band ha pubblicato di recente The Late Years: 1987 – 2019 con nuovi remix di storici brani, soprattutto post 1987.

Le parole di David Gilmour
Beh, sai, per dirla in modo rozzo, mentre discutevamo di quelle canzoni, melodie e parti di musica su cui noi inglesi parliamo, abbiamo visto e pensato a come lavorarci nuovamente […] . Abbiamo lavorato di nuovo e tirato i remi in barca ma molte cose non erano mai state usate e pubblicate così io e Andy Jackson abbiamo messo insieme una raccolta dei pezzi che ci piacevano, in particolare nel periodo in cui abbiamo finito quel particolare album che era The Division Bell. Andy lo chiamò “The Big Spliff“. Non so cosa volesse dire“. Ovviamente, Gilmour non ha potuto non parlare, per l’ennesima volta dell’ex amico e compagno di band Roger Waters.

Precisazioni su nuovi album

David Gilmour ha rivelato anche altri dettagli su nuovi album, compreso The Late Years. Ha infatti detto: “Se lo ascolti puoi aver pensato – ci sono dei bei pezzi di musica qui, ci sono dei bei pezzi di musica che non siamo riusciti a completare o che per un motivo o per l’altro non sono stati usati. Quindi abbiamo pensato che a un certo punto avremmo dovuto provare a ripassare tutta quella musica, raccoglierla tutta, vedere cosa avevamo e pensare di fare un nuovo disco basato su tutta quella musica con Rick [Wright] che ci suonava e [David] Wallace. Tutto è nato da quell’idea di base di Andy che aveva messo insieme la sua versione di The Big Spliff che non avevamo mai potuto realizzare”.

Opinioni sul post The Endless River

I fan hanno quindi preso in mano e hanno invaso e riempito i social network per discutere dell’eredità e dell’impatto del sopra citato The Endless River. Come ha scritto una recensione: “Come appassionato fan dei Pink Floyd, apprezzo sempre i loro sforzi. Anche se penso che le loro opere MIGLIORI di sempre siano state nel 1970 e 1971, hanno continuamente prodotto meravigliose opere d’arte musicali meravigliosamente creative e in espansione. È bello sentire Roger Waters “vivere” dopo l’addio, e lo apprezzeremo sempre, lo ameremo e ci mancherà. Adoro il modo in cui i membri dei Pink Floyd onorano i loro compagni […]. L’influenza di Polly [moglie di David Gilmour] aggiunge un po ‘troppo “Yin” allo “Yang” di David. Mi è piaciuto il lavoro sintetizzatore Moog analogico e intuitivo. Niente come i sintetizzatori analogici, tranne un Hammond C3 o un simile organo Hammond o un Mellotron. I Pink Floyd vivranno per sempre, come Mozart e altri. È stato fantastico aver conosciuto la band dal loro inizio fino ad ora. Dio vi benedica ragazzi!

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.