gtag('config', 'UA-102787715-1');

I migliori film dedicati ai Pink Floyd

I Pink Floyd sono sicuramente tra le band più innovative della storia del rock. Una delle loro caratteristiche peculiari era costituita dai concerti dagli effetti eccezionali, che hanno colpito moltissimo i fan di tutto il mondo (ma anche i non fan, che ne riconoscono l’importanza). Nessuna sorpresa che quindi siano sempre più venduti e riprodotti i video delle loro esibizioni, che alla musica ed amplificazione eccezionale, univano una certa spettacolarità. Sui Pink Floyd, anche per questo, sono usciti moltissimi film e documentari. Film dedicati alla loro musica, ai loro concerti ed alla loro storia. Noi abbiamo raccolto tre tra i migliori. Da rivedere per i fan e da apprezzare per la prima volta, per chi volesse sapere tutto di una delle band più importanti della storia della musica.

Pink Floyd: Live at Pompeii

Era il caso di iniziare con un film-documentario particolarmente caro all’Italia. Infatti, ritrae il concerto che i Pink Floyd eseguirono senza pubblico, di proposito, presso l’Anfiteatro Romano di Pompei per l’occasione naturalmente chiuso al pubblico, una seconda parte viene invece girata a Parigi in uno studio cinematografico. Alla prima versione, che aveva un quantitativo di riprese abbastanza esiguo, seguì una seconda con delle riprese girate mentre i Pink Floyd lavoravano a The dark side of the moon. Quindi questo concerto rappresenta un momento particolare per la band e ne ritrae attimi imperdibili. Ricordiamoci che tutto fu registrato poi dal vivo, senza playback, per volere degli stessi!

La storia di Wish You Were Here

Uno degli album più apprezzati dei Pink Floyd è senza dubbio Wish You Were HereQuesto documentario è assolutamente da vedere, in quanto permette di comprendere a fondo il significato di uno degli album più importanti non solo per la band, ma anche per la storia della musica in generale. Incentrato sulla realizzazione di questo album e sul proprio significato, con esibizioni inedite di Gilmour e Waters. Essendo uscito nel 2012, compaiono solamente i membri sopravvissuti della band: David Gilmour, Nick Mason e Roger Waters. 

How I wish, how I wish you were here
We’re just two lost souls
Swimming in a fish bowl
Year after year
Running over the same old ground
And how we found
The same old fears
Wish you were here.

Roger Waters the Wall

Pur non trattandosi di fatto su un film incentrato sui Pink Floyd in generale, può comunque essere un modo per conoscere approfonditamente la loro storia, anche attraverso il punto di vista di uno dei leader che ha maggiormente segnato la band. Roger Waters che qui è anche addirittura alla regia, ha deciso di basarsi sul suo The Wall Live per realizzare un film concerto d’effetto ed interessante, in cui ripercorre alcuni tra i maggiori classici della sua già ex band, essendo il film uscito nel 2014.

 

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.