gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, Jim Hutton svela come ha reagito alla diagnosi del cantante

Freddie Mercury ha avuto due grandi storie nella sua vita. Mary Austin con la quale condividerà sei anni e che definirà – fino alla morte – il suo grande amore. E Jim Hutton – ex parrucchiere – con il quale il cantante dei Queen trascorrerà gli ultimi anni prima della sua prematura scomparsa. Sebbene i due si innamorino in un periodo in cui non sono consentiti i matrimoni tra persone dello stesso sesso, è come se fossero sposati. Jim rimane accanto a Freddie – al suo capezzale – fino a quel tragico 24 Novembre 1991. Ed è lì quando il cantante di Bohemian Rhapsody riceve la terribile diagnosi che gli cambierà la vita: AIDS. In un’intervista inedita il compagno di Mercury ha svelato la sua prima reazione al drammatico responso dei medici.

LA STORIA DELLA DIAGNOSI DI FREDDIE MERCURY

Nel 1987 Freddie Mercury riceve una notizia terribile. Il cantante dei Queen risulta sieropositivo. Verdetto che poco tempo dopo si trasforma nella diagnosi di AIDS. La scoperta arriva circa cinque anni prima che Mercury scompaia prematuramente, ma la malattia viene tenuta segreta. Il frontman decide di confidarla soltanto agli affetti più stretti: Mary Austin, i suoi compagni di band e al compagno Jim Hutton.

Il mondo scoprirà delle terribile condizione di Freddie Mercury solo attraverso un comunicato stampa, diffuso il giorno precedente alla sua morte. Negli ultimi giorni – trascorsi nella dimora di Garden Lodge – solo poche persone avranno accesso al capezzale del cantante dei Queen. Le stesse che si organizzeranno in turni di circa 12 ore accanto a lui, per non lasciarlo mai solo.

L’INTERVISTA A JIM HUTTON DOPO LA MORTE DI FREDDIE MERCURY

A tre anni di distanza dalla morte di Freddie Mercury, il compagno Jim Hutton apparve nel programma di Canale 4, The Big Breakfast. L’ex parrucchiere stava promuovendo il suo nuovo libro – Mercury and Me: An Intimate Memoir by the Man Freddie Loved – in cui ripercorreva gli ultimi anni accanto al cantante. Durante l’intervista – oltre a ricordare i momenti più belli ed emozionanti trascorsi con Mercury – Hutton raccontò del momento in cui il compagno gli rivelò di avere l’AIDS. Ai microfoni di Canale 4 l’uomo svelò la sua prima reazione a quella drammatica notizia.

LA REAZIONE DEL COMPAGNO DI FREDDIE MERCURY ALLA DIAGNOSI

“Quando sono tornato mi ha spiegato che aveva delle brutte notizie per me” ha raccontato Jim Hutton a The Big Breakfast. L’uomo è andato avanti rivelando che non voleva credere a ciò che il cantante dei Queen gli stesse dicendo. Voleva avere il parere di altri medici. “Senti, questi son i migliori specialisti di AIDS” gli aveva risposto Mercury. “Mi ha sconvolto – ha continuato Huttonsuppongo anche il terrore per la mia stessa salute”. L’ex parrucchiere confessa che il pensiero della propria vita lo aveva attraversato come un fulmine.

“Quando gli hanno dato la diagnosi mi ha detto “ti capirei se volessi prendere le tue cose e andartene”. Io gli ho risposto “non essere stupido. Non andrò da nessuna parte”. Jim Hutton riporta alla mente anche gli ultimi giorni di vita di Freddie Mercury e di come – il pensiero che stesse morendo – avesse colto lui soltanto nelle due settimane precedenti alla scomparsa. “Lavoravo come sempre per tenermi occupato. Non volevo diventare pazzo pensandoci tutto il tempo”. 

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.