gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, la reazione inaspettata di Freddie Mercury alla morte di John Lennon

John Lennon – iconico e intramontabile membro dei Beatles – scompare tragicamente l’8 Dicembre del 1980. Di ritorno ai propri appartamenti – assieme alla moglie Yoko Ono – viene raggiunto da cinque proiettili esplosi nella sua direzione da Mark David Chapman. Quattro di quelli colpiranno il cantante britannico, uccidendolo poco dopo in ospedale. Il mondo dell’arte e della musica rimangono sconvolti alla notizia dell’assassinio. Tanto più che – oggi come allora – Lennon era una delle star più influenti e rappresentative del panorama musicale. Vediamo come reagì un altro grande del rock – Freddie Mercury – e il commovente tributo che decisero di dedicargli i Queen.

FREDDIE MERCURY: A LIFE, IN HIS OWN WORDS

Freddie Mercury – leggendario cantante dei Queen – non aveva sicuramente nulla da invidiare alle altre rockstar. Eppure una nuova biografia – intitolata Freddie Mercury: A Life, In His Own Words – apre uno scenario inedito. Il volume è stato infatti scritto raccogliendo varie dichiarazioni rilasciate da Mercury stesso e dalle sue parole è facile evincere una sorta di ossessione per il talento di John Lennon. Il cantante dei Queen non credeva di essere all’altezza dell’ex Beatles. “John Lennon era fuori dal normale, era un genio assoluto – si legge nella biografia – anche all’inizio, quando erano i Beatles, io ho sempre preferito le canzoni scritte da Lennon”.

L’AMORE PER JOHN LENNON

Un’ammirazione – quella di Freddie Mercury per John Lennon – che continuò anche dopo che il cantante dei Queen raggiunse il successo planetario. Mercury era fermamente convinto che – dopo la sua morte – non sarebbe stato ricordato come invece era successo all’ex Fab Four. “Io non mi paragonerei mai a John Lennon, perché per quanto mi riguarda lui è stato il più grande – continua nella biografia – […] Io sento di non avere gli strumenti per fare quello che ha fatto Lennon. Quelli come lui sono uno su un milione, ecco la verità. […] Quando sono venuto a sapere che era morto sono rimasto scioccato e allibito”.

IL TRIBUTO DEI QUEEN PER JOHN LENNON

Quando Freddie Mercury viene a sapere dell’assassinio di John Lennon rimane in effetti esterrefatto. Il cantante dei Queen ammira moltissimo l’ex Beatles e sente il bisogno di rendergli omaggio, in qualche modo. Ma come? La risposta è presto detta. L’aggiornatissimo FreddieMercuryClub – il più grande sulla rockstar britannica – ha recentemente condiviso un video in cui si può ascoltare un’inedita esibizione dei Queen. Non un concerto qualunque, ma un vero e proprio tributo a Lennon. Il 9 Dicembre 1980 – il giorno dopo l’omicidio commesso da Mark David ChapmanFreddie Mercury canta Imagine, brano capolavoro scritto dall’ex Beatles. Di quel live sopravvive un’emozionante registrazione audio, incisa da un fan in mezzo al pubblico.

“Anche se Freddie non sapeva tutte le parole e Brian [May] dimenticò degli accordi, il coro venne cantato da una folla singhiozzante e scioccata di fan – si legge in calce al video – il fatto che abbiano deciso di organizzare un tributo all’ultimo minuto è oltremodo commovente […] solo Freddie avrebbe potuto farlo”. Oltre a questo emozionante omaggio – eseguito il giorno dopo la morte di John LennonMercury scrisse anche una canzone per ricordare l’ex Fab Four. Chiamò il pezzo Life Is Real e lo inserì nell’album Hot Space – uscito il 21 Maggio 1982.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.