gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, tutte le verità più sorprendenti sul cantante dei Queen

Freddie Mercury è passato alla storia come cantante dei Queen ma anche come icona culturale e figura di spicco del panorama artistico internazionale. Il frontman britannico ha saputo imprimere un’impronta indelebile nella storia del rock, rivelandosi un performer carismatico, brillante e indimenticabile. Sebbene sul palco donasse tutto se stesso al proprio pubblico, amici e affetti più cari hanno sempre sottolineato il suo riserbo e la sua timidezza nella vita di tutti i giorni. Questo è il motivo per il quale esistono molti fatti sorprendenti su Freddie Mercury che forse non tutti conoscono.

PERCHE’ FREDDIE MERCURY E’ NATO NELLO ZANZIBAR?

Sebbene ormai sia noto a molti che Freddie Mercury sia nato nello Zanzibar, non tutti forse ne conoscono il motivo. La famiglia Bulsara infatti – il vero cognome del cantante dei Queen – era originaria dell’India. Il trasferimento a State Town, la città natale di Freddie, fu motivato dal lavoro del padre.

L’uomo poté continuare in questo modo a lavorare per il British Colonial Office. Il frontman dei Queen crebbe tra Zanzibar e India, salvo poi trasferirsi in Inghilterra negli anni ’60.

IL FUNERALE DI FREDDIE MERCURY E LO ZOROASTRISMO

Freddie Mercury e la sua famiglia praticavano lo Zoroastrismo, una delle più antiche religioni monoteiste del mondo. Questo culto è stato in passato il più diffuso nelle regioni dell’Iran e dell’Asia Centrale, tra il VI secolo a.C. e il X secolo d.C.

Dopo la nascita e la diffusione della religione Islamica, lo Zoroastrismo si ridusse notevolmente ma non si estinse. Piccole comunità sopravvivono ancora oggi in Iran, Tagikistan, Azerbaigian e India. I genitori di Freddie Mercury appartengono ai Parsi, una comunità fuggita dall’Iran durante la sua islamizzazione appunto e rifugiatasi in India.

IL SIGNIFICATO DEL LOGO DELLA BAND DISEGNATO DA FREDDIE MERCURY

Dopo essersi trasferito in Inghilterra, come è noto, Freddie Mercury inizia a studiare all’Ealing Art College. Grazie ai suoi studi, si occupa di progettare e realizzare quello che sarà il logo dei Queen. Il concept del disegno è formato dai segni zodiacali di tutti e quattro i membri.

Due leoni per John Deacon e Roger Taylor. Il cancro per Brian May e due fate a rappresentare il segno della vergine di Mercury stesso. La Q centrale – iniziale del nome Queen – è sormontata da una fenice, che protegge tutti.

LA STORIA DEL MICROFONO SENZA BASE

Uno dei segni distintivi di Freddie Mercury sul palco è l’iconico microfono senza base. L’idea del cantante impressa nell’immaginario collettivo è ormai legata indissolubilmente a quell’oggetto – come si vede anche nelle scene del biopic musicale Bohemian Rhapsody. Pellicola questa che ripercorre la storia della vita e della carriera dei Queen dall’anno della fondazione nel 1970 al Live Aid del 1985. Ma come venne in mente a Mercury di utilizzare il microfono in quel modo?

Stando a quanto riportato da Mental Floss, sembra che agli inizi della sua carriera con i Queen durante uno show, l’asta del suo microfono si sia improvvisamente rotta. Ma invece di sostituire il tutto, Freddie continuò a usarlo in quel modo.

 

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.