gtag('config', 'UA-102787715-1');

Welcome to the Jungle come la canterebbero i Rammstein (VIDEO)

Welcolme to the Jungle è uno dei pezzi più iconici e leggendari del rock. I Guns ‘n Roses la pubblicano nel 1987 come secondo estratto dal primo album in studio, Appetite for Destruction. Nonostante siano passati molti anni, il singolo di Axl e Rose e soci continua a risuonare immortale e senza tempo. Fan e proseliti in tutto il mondo cantano, suonano e riadattano il brano dei Guns N’ Roses. Ma vi siete mai chiesti come suonerebbero le canzoni della band statunitense con un altro stile? Oggi scopriamo come i Rammstein canterebbero Welcome to the Jungle. 

Rammstein: debutto e inizio carriera

I Rammstein sono un gruppo industrial metal tedesco, che vede la luce nel 1993 – su iniziativa del chitarrista Richard Kruspe. Il musicista all’epoca viveva assieme al bassista Oliver Riedel e al batterista Cristoph Schneider. I tre decidono di partecipare ad un concorso musicale a berlino – con una demo registrata nella loro abitazione – e chiamano alla voce Till Lindemann. Quest’ultimo è un ex campione di nuoto e grande amico di Kruspe. Ciò che era iniziato come un azzardo e una sfida con se stessi, diventa un progetto musicale a tutti gli effetti.

La formazione vince infatti il concorso e ha la possibilità di incidere un album in studio. Completano il gruppo il chitarrista Paul Landers e il tastierista Christian Lorentz. Nel Marzo del 1995 i Rammstein ultimano le registrazioni del loro album di debutto – dal titolo Herzeleid. L’anno successivo il grande regista David Lynch – estimatore della musica e dello stile della band tedesca – inserisce alcuni dei loro pezzi nella colonna sonora del film Strade Perdute. I Rammstein riescono anche ad accompagnare i Ramones nel loro ultimo tour.

Ultimo album dei Rammstein

Il 28 Marzo del 2019 i Rammstein tornano sotto la luce dei riflettori con la pubblicazione del singolo Deutschland – pezzo d’apertura del successivo album, rilasciato il 17 Maggio dello stesso anno con il titolo Rammstein. Se da un lato Deutschland accende gli animi di tutti i fan della band tedesca, dall’altro alza un vero e proprio polverone mediatico. Till Lindemann e soci sono da sempre associati a messaggio filo-nazisti, violenza e comportamenti oltraggiosi. Il primo singolo di Rammstein non fa differenza. Alla promozione della traccia seguono tentativi di spiegazione da parte della band. Le critiche nascono soprattutto per il videoclip che sembra inneggiare al nazismo e allo sterminio degli ebrei. In realtà, la clip ripercorre varie epoche storiche con la Germania – emblematicamente incarnata da una giunonica donna di colore – cuore d’Europa, trafitta e colpita da molte sventure.

Welcome to the Jungle rivisitata

Vi siete mai chiesti come suonerebbe Welcome to the Jungle – grande successo dell’album di debutto dei Guns N’ Roses – cantata dai Rammstein? La risposta ce la fornisce Anthony Vincent – meglio conosciuto online come Ten Second Songs – famoso per realizzare cover di brani iconici con stili diversi. Questa volta è toccato proprio ai Guns N’ Roses di Axl Rose, ripresi e riadattati nello stile di Till Lindemann e soci. Il risultato finale è davvero curioso. Anthony Vincent non si limita infatti a modificare la voce di Rose, replicando quella del cantante dei Rammstein. Traduce infatti ogni singola parola di Welcome to the Jungle in tedesco, corredando il proprio stile con un collare da cani e una luce che gli esce dalla bocca.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.