gtag('config', 'UA-102787715-1');

Arrestato per omicidio famoso illustratore di copertine heavy metal

Il mondo della musica e dell’heavy metal si è tinto di orrore quando, negli scorsi giorni, un acclamato artista di copertine e album è stato arrestato. L’uomo sembrerebbe essere legato al terribile fatto di cronaca a proposito della morte del padre, trovato senza vita nella propria abitazione nella città francese di Gières. La polizia, allertata dai parenti e da un vicino di casa, è accorsa prontamente sul luogo. Scopriamo ulteriori dettagli in questo articolo.

JEAN-PASCAL FOURNIER: IL FATTO DI CRONACA NERA

Nella giornata di giovedì 2 Aprile 2020, Jean-Paul Fournier è stato trovato senza vita nella propria abitazione di Gières. La polizia era accorsa sul posto, allertata da un vicino di casa e dai parenti dell’80enne. Al momento della drammatica scoperta, la moglie dell’uomo – anziana e malata – si trovava al piano superiore.

Un nome, quello di Fournier, che potrebbe risultare sconosciuto ai più, ma legato molto da vicino ad un volto noto del mondo heavy metal. La vittima infatti, era il padre di Jean-Pascal Fournier – acclamato artista di copertine musicali. Secondo i giornali francesi Le Parisien e Le Dauphiné Libéré, proprio Jean-Pascal sarebbe stato arrestato venerdì 3 Aprile 2020, come principale sospettato dell’omicidio del padre.

L’ARRESTO DI JEAN-PASCAL FOURNIER, FAMOSO ARTISTA DI COPERTINE HEAVY METAL

La polizia ha dunque rinvenuto il corpo senza vita di Jean-Paul Fournier nella giornata di giovedì 2 Aprile 2020. A lanciare l’allerta i parenti della vittima, molto preoccupati. Il principale sospettato nel caso di omicidio sembra essere il figlio dell’80enne: Jean-Pascal, molto conosciuto nell’ambiente heavy metal.

Il giorno dopo aver presumibilmente commesso il terribile gesto, JP avrebbe tentato di togliersi la vita – gettandosi da un ponte nella città di Saint-Martin-d’Hères, alla periferia di Grenoble. Il 47enne è stato prontamente fermato dalla polizia e portato alla stazione di polizia, dov’è avvenuto l’arresto.

IL POSSIBILE MOVENTE?

Stando alle dichiarazioni del vicino di casa della vittima – Jean-Paul Fournier – sia padre che figlio erano sempre stati molto tranquilli. “Non sembrava cattivo. Deve essere impazzito. Perché? Non so” ha detto l’uomo, intervistato a proposito dell’illustratore di copertine heavy metal.

In un’intervista tuttavia, Jean-Pascal aveva ammesso di avere alcune difficoltà economiche, dato che il suo lavoro non gli dava ciò che gli avrebbe permesso di vivere serenamente. “Penso che anche un illustratore affermato troverà finanziariamente difficile far quadrare i conti – aveva detto il 47enne – Personalmente ho rinunciato per alcuni anni a cercare di guadagnarmi da vivere solo con quello”. Potrebbe essere questo il possibile movente dell’omicidio? Una richiesta di denaro finita male? Intanto le indagini degli investigatori francesi proseguono.

JEAN-PASCAL FOURNIER, LE COPERTINE REALIZZATE PER LE BAND HEAVY METAL

Jean-Pascal “JP” Fournier – attualmente sotto indagine per l’omicidio del padre – è stato un acclamato e noto artista nel merito delle copertine di alcune band heavy metal. In passato ha infatti realizzato le cover per alcuni album. Per citarne qualcuno, The Metal Opera part 1 e The Metal Opera part 2 degli Avantasia.

E ancora, Valley of the Damned della band Dragonforce; Mandrake, Hellfire, Club e Savage Poetry degli Edguy. At the Heart of Winter degli Immortal. E tanti altri.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.