gtag('config', 'UA-102787715-1');

I 5 concerti rock più spettacolari di sempre

Davvero numerosi sono i concerti entrati nella storia della musica. Tantissimi artisti sono riusciti ad acquisire un successo straordinario grazie a performance da urlo, in grado di trascinare centinaia di migliaia di persone in ogni singolo evento. In tali occasioni, band o solisti hanno avuto la capacità di dare il meglio di se stessi e diventare autentiche icone. Di seguito, ecco quali sono i 5 concerti rock più spettacolari di sempre, almeno secondo noi. Nella lista seguente, mancano senz’altro diversi eventi degni di essere ricordati, ma di sicuro sono presenti spettacoli fuori dal comune sotto tutti i punti di vista. Abbiamo inserito queste esperienze in rigoroso ordine cronologico.

1. Jimi Hendrix al Monterey Pop Festival, 1967

La nostra lista si apre con un evento entrato nella storia della musica in tutte le sue forme. Il chitarrista e cantante Jimi Hendrix si esibisce al Monterey Pop Festival della California insieme alla sua Experience. Il concerto rock si rivela davvero entusiasmante, autentico manifesto della cultura hippie. La manifestazione raggiunge notevoli successi soprattutto grazie a Hendrix, acrobata della chitarra che trova la sua consacrazione nella cover dei Troggs Wild Things. Al termine della sua performance, sceglie di dare fuoco alla sua Fender Stratocaster ed entra definitivamente nella leggenda.

2. Festival di Woodstock, 1969

Dal 15 al 18 agosto, va in scena una delle kermesse canore più iconiche di ogni epoca. Il Festival di Woodstock vede la presenza di oltre 400 mila giovani di tutto il mondo. Da Richie HavensJoan Baez, da Janis Joplin a Santana, passando per i The Who, i Jefferson Airplane, Joe Cocker, gli Stills, fino ad arrivare alla storica conclusione del già citato Hendrix, diversi sono i momenti da ricordare. La riproposizione dell’inno americano con la chitarra elettrica è un altra esibizione che rende Jimi immortale.

3. Live Aid, 1985

Per il 13 luglio 1985, i musicisti Bob Geldof e Midge Ure scelgono di organizzare il Live Aid. Tale evento nasce con l’obiettivo di avviare una raccolta fondi a sostegno delle famiglie dell’Etiopia, coinvolte in una terribile carestia. Il risultato finale è straordinario sotto tutti i punti di vista, con tante band leggendarie che si esibiscono tra PhiladelphiaLondra. Molti collegano questo concerto alla definitiva consacrazione dei Queen, ma c’è anche molto altro. C’è la doppia esibizione di Phil Collins, che da Londra prende un aereo e raggiunge gli Usa esibendosi su entrambi i palchi nello stesso giorno. Ci sono Crosby, Stills and Nash, Bryan Adams, Santana, The Beach Boys, Madonna, Eric Clapton, Led Zeppelin, Tina Turner, U2, Dire Straits, The Who, Elton John. Solo per citare alcuni nomi.

4. Queen a Wembley, 1986

L’11 e il 12 luglio 1986, a circa un anno dal Live Aid, Freddie Mercury e i suoi Queen danno vita a due concerti considerati da molti perfetti in ogni singolo particolare. La tournée è stata organizzata per lanciare il disco A Kind of Magic e dona grandi soddisfazioni alla band inglese. Da Under Pressure a Bohemian Rhapsody, da Somebody To Love a We are the Champions, tutto il meglio del repertorio viene riassunto in uno spettacolo memorabile. I due spettacoli si sarebbe conclusi con una riproposizione dell’inno britannico God Save The Queen, con Freddie che regala la sua corona ai fan. Dopo un mese, i Queen avrebbero dato l’addio alle scene.

5. Rolling Stones a Rio de Janeiro, 2006

Concludiamo con uno dei concerti rock entrati nella storia per la loro straordinaria affluenza di pubblico. I Rolling Stones decidono di dare vita ad un evento gratuito in Brasile, con più di 1 milione di spettatori e un palcoscenico da 22 metri. Una città come Rio de Janeiro non è stata scelta a caso, dato che viene considerata come un simbolo degli eccessi. Tantissime persone si riversano in strada per ammirare le gesta di Mick JaggerKeith Richards e tutti gli altri membri di un gruppo leggendario.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)